• Califano
  • Falco
  • Catizone
  • Buzzatti
  • Tassone
  • Romano
  • Alemanno
  • Coniglio
  • Bruzzone
  • Chelini
  • Cacciatore
  • Paleari
  • Valorzi
  • Gelisio
  • Gnudi
  • Meoli
  • Bonetti
  • Quarta
  • Boschetti
  • Ferrante
  • Miraglia
  • Dalia
  • Grassotti
  • Carfagna
  • Andreotti
  • De Luca
  • Liguori
  • Crepet
  • Bonanni
  • Scorza
  • Barnaba
  • di Geso
  • Rossetto
  • De Leo
  • Napolitani
  • Cocchi
  • Algeri
  • Pasquino
  • Quaglia
  • Mazzone
  • Romano
  • Leone
  • Baietti
  • Rinaldi
  • Ward
  • Casciello
  • Santaniello

Diventare meccanico di moto: come aprire un’officina, lavoro e stipendio

Cristina Siciliano 6 Settembre 2021
C. S.
27/09/2021

Ecco come diventare meccanico di moto e aprire un'officina: cosa fare, corsi e formazione, mansioni, requisiti, stipendio e opportunità.



Quella del meccanico di moto è una professione sempre molto richiesta ed ambita. Ovviamente per intraprendere questo lavoro bisogna possedere una grande passione per i motori e le moto, oltre a maturare ottime competenze tecniche e manuali.

In generale, il meccanico di moto è il professionista che si occupa del controllo, della revisione, della riparazione e della sostituzione delle parti delle moto guaste.

Pensare che basti un corso per diventare meccanico di moto è sbagliato. Questa professione richiede conoscenze teoriche e abilità manuali precise, da applicare con rigore e competenza. Pertanto, il percorso di formazione per meccanici di motociclette prevede un lungo periodo di formazione e numerose esperienze nel settore. Soltanto in questo caso lo stipendio di questo professionista sarà appagante.

Lavorare in un’officina meccanica consente di stare a diretto contatto con un professionista esperto che permetterà di conoscere davvero il mondo delle riparazioni, di capire come lavorano le persone con maggiore esperienza, e comprendere anche il rapporto con la clientela.

Tra i requisiti richiesti per riparare le moto ci sono certamente ottima manualità, capacità di problem solving, gestione della clientela, puntualità nelle consegne, praticità con la fatturazione (soprattutto nel caso che l’officina sia di propria proprietà). Ma anche attenzione agli aggiornamenti in merito ai nuovi modelli di moto: queste sono soltanto alcune delle caratteristiche che deve possedere chiunque desideri di avvicinarsi al mondo della meccanica e aprire una propria officina.

Vediamo quindi nel dettaglio come diventare meccanico di moto professionista e come aprire un’officina, cosa serve sapere e quali sono i costi e le opportunità.

Come diventare meccanico di moto: corsi, formazione, diploma e titoli di studio da avere

La formazione è sicuramente un momento importante per un aspirante professionista che vuole avere successo nel proprio settore. Cosa serve per lavorare in un’officina meccanica, attestati e qualifiche le illustreremo di seguito. Per diventare meccanico di moto è necessario un diploma di scuola superiore o un certificato GED in aggiunta a una formazione in manutenzione della moto.

Le qualifiche utili per entrare in una delle migliori scuole di meccanico motociclistico sono diverse. Ad esempio, la maggior parte delle scuole più prestigiose di riparazione di motociclette avrà un requisito GPA minimo al liceo, mentre alcune potrebbero richiedere solo un diploma di scuola superiore o GED.

La maggior parte delle scuole di meccanici di moto richiede agli studenti di essere in possesso di una patente di guida idonea.

Nella formazione odierna dei meccanici di moto, si includerà una grande quantità di formazione pratica.

Una delle migliori scuole in Europa per meccanici e ingegneri da competizione in Italia è MTS – Motorsport Technical School con sede a Monza. 

Come aprire un’officina meccanica: cosa fare

Diventare meccanico di moto a 30 anni o comunque quando si è giovani, potrebbe anche consentire di lavorare in proprio e diventare imprenditori di se stessi. Avviare una propria attività richiede un iter burocratico preciso. I requisiti per aprire un’officina di meccanica non sono da meno: ci sono diversi step da compiere, investimenti e adempimenti da rispettare. Oltre all’apertura della Partita IVA e alla scelta del codice Ateco di riferimento ci sono altri passi da rispettare:

  • Iscrizione al Registro delle Imprese della Camera di Commercio locale ed invio al Comune della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA);
  • Domanda dell’autorizzazione a esporre l’insegna
  • Apertura delle posizioni INPS e INAIL;
  • Rilascio delle certificazioni relative alle norme sulla sicurezza, l’agibilità, ecc. e nomina di un responsabile tecnico dell’officina.

Naturalmente, la Camera di Commercio deve accertare che chi intende avviarle sia in possesso di determinati requisiti professionali, morali ed economico-finanziari.

  • manutenzione e riparazione con sostituzione, modifica e ripristino di componenti particolari o fissi;
  • installazione di impianti in veicoli adatti al trasporto su strada di persone e cose;
  • commercio e noleggio di veicoli e autotrasporto di merci per conto terzi;
  • autoriparazione per esclusivo uso interno eseguita da qualsiasi impresa.

Giornata del meccanico di moto: cosa fa, mansioni tipiche del lavoro

Cosa fa un meccanico di motociclette e quali sono le mansioni tipiche del lavoro? Un tecnico di manutenzione di motociclette garantisce che le motociclette che mantiene siano in buone condizioni e sicure. Diventare meccanico di moto professionista significa anche lavorare con vari di tipi di bici, da elicotteri personalizzati e edizioni da turismo a bici da corsa ad alta potenza e motociclette fuoristrada.

L’attività quotidiana di tale professionista include:

  • Test dei tempi di accensione, potenza del generatore e prestazioni del motore.
  • Diagnosi di problemi elettrici o meccanici. ed ispezionare e testare i componenti difettosi
  • Riparazione o sostituzione di parti rotte ed eseguire la manutenzione ordinaria (ad esempio, la sostituzione delle candele, il cambio dell’olio, le parti lubrificanti, ecc.)
  • Raschiare l’accumulo di carbonio da pistoni, valvole, cilindri e altre parti ed eseguire revisioni complete del motore
  • Saldatura di rotture o strappi nei telai di motocicli e montaggio di accessori personalizzati su nuove motociclette.
  • Documenti completi per garanzie assicurative o riparazioni.
Stipendio meccanico di moto: quanto guadagna, costi e tasse

Il guadagno di un professionista può variare notevolmente, in base all’esperienza, alle proprie abilità personali e competenze specifiche. Ad influire sui guadagni è anche il ruolo ricoperto all’interno dell’officina, perché essere titolare o dipendente rappresenta certamente un’ulteriore differenza circa quanto percepito a fine mese.

Un meccanico di moto che offre le sue prestazioni lavorative per una casa automobilistica di lusso, ad esempio, avrà un guadagno nettamente superiore rispetto ad un tecnico che opera solo nella sua città o nel suo paese. La retribuzione di un meccanico di moto oscilla tra gli 800 ed i 1400 €  mensili, in considerazione anche delle responsabilità e delle mansioni che si hanno all’interno dell’officina o concessionaria in cui si lavora.

Offerte di lavoro meccanico di moto: opportunità di carriera

Oltre ad avere ottime competenze di meccanica applicata e di elettronica, diventare meccanico di moto professionista richiede grandissima passione in quanto la routine lavorativa è molto impegnativa sotto diversi punti di vista.

Diventare meccanico di gara, che sia in Moto GP o in Superbike, prevede una grandissima responsabilità sulle spalle: chi segue le corse difficilmente si accorge della sua presenza, se non quando le telecamere entrano nel paddock e riprendono i piloti nel backstage, mentre i loro sodali sistemano e lavorano alle moto.

Chi, lavora nell’ambiente conosce perfettamente l’impegno e le difficoltà di questo mestiere e rivolge ai meccanici il massimo rispetto. Infatti, gli stessi piloti nutrono nei confronti dei loro meccanici grande affetto e stima, perché è grazie a loro se possono scendere in pista con moto performanti e competitive.

I meccanici di moto sono quindi, specializzati nel lavoro su motociclette, scooter, ciclomotori, moto da cross e veicoli fuoristrada. Riparano motori, trasmissioni, freni e sistemi di accensione e fanno piccole riparazioni della carrozzeria, tra le altre attività. La maggior parte lavora per concessionarie, assistenza e riparazione di marche e modelli specifici. Di seguito, alcuni dei settori in cui è possibile specializzarsi e migliorare le proprie possibilità di carriera.

Carriere per i meccanici di moto:
  • Tecnici di veicoli fuoristrada
  • Meccanici nautici certificati
  • Meccanica della motosega
  • Meccanica del tagliabordi
  • Riparatori di golf cart elettrici
  • Riparatori di sedie a rotelle elettriche
  • Meccanici di go-kart
  • Meccanica del carrello da golf
  • Riparatori di tosaerba
  • Meccanici di attrezzature marine
  • Tecnici di propulsione marina
  • Tecnici marini
  • Meccanici e riparatori
  • Riparatori di scooter per la mobilità
  • Meccanici di scooter
  • Meccanica di motoscafi
  • Meccanici di motoscafi e tecnici di servizio
  • Riparatori di moto
  • Tecnici dell’assistenza moto
  • Tecnici motociclistici
  • Meccanica del motore fuoribordo
  • Tecnici fuoribordo
  • Apparecchiature elettriche per esterni e altri piccoli motori meccanici
  • Meccanica di attrezzature elettriche per esterni, sega elettrica e  carrozzina elettronica
  • Meccanici di scooter
  • Tecnici di servizio, piccolo motore
  • Meccanica dello spazzaneve
  • Meccanici di motoslitte
  • Meccanica del motore a due tempi
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Cristina Siciliano Sono laureata in Lettere Moderne e specializzanda in Filologia Moderna (curr. Umanistica Digitale). Ho esperienza nell'ambito della comunicazione ed ho svolto l'attività di pubblicista per diverse testate giornalistiche online, anche all'Estero. In questi ultimi due anni ho potuto lavorare come assistente part-time all'Università. Ho un'ottima conoscenza della lingua inglese e buone capacità informatiche e di Team working. Attualmente il mio punto di forza è sicuramente la mia modestia, che mi permette di conoscere tutti i miei limiti. Ho una grande passione per la scrittura, che è nata sulla carta ed è migrata sulla tastiera. Infatti, mi piace scoprire, conoscere, imparare e amo qualsiasi cosa racconti una storia. Leggi tutto