• Tassone
  • Catizone
  • Quarta
  • Ferrante
  • Miraglia
  • Califano
  • Cacciatore
  • Dalia
  • Napolitani
  • Scorza
  • Barnaba
  • Andreotti
  • Crepet
  • Casciello
  • Romano
  • de Durante
  • Boschetti
  • Carfagna
  • Quaglia
  • Coniglio
  • Gelisio
  • Chelini
  • Falco
  • Bruzzone
  • Grassotti
  • Antonucci
  • Romano
  • di Geso
  • Meoli
  • Algeri
  • Liguori
  • Leone
  • Ward
  • Bonetti
  • Valorzi
  • Paleari
  • Santaniello
  • Alemanno
  • Pasquino
  • Cocchi
  • Rossetto
  • Mazzone
  • Rinaldi
  • Buzzatti
  • Baietti
  • De Leo
  • Gnudi
  • De Luca
  • Bonanni

Chi è Andrea Renzi: età, altezza, moglie, figli e Instagram

Letizia Liguori 22 Dicembre 2021
L. L.
23/01/2022

Noto attore, ecco chi è Andrea Renzi: età, altezza, peso, moglie, figli, biografia, vita privata, origini e profilo Instagram dell'attore.



Ha una carriera formidabile alle spalle. Dal cinema al teatro fino alla televisione, ha fatto tutto, chissà se ha ancora qualche sogno nel cassetto!

Nel 1984 vince il Premio Opera Prima con il monologo “Sangue e Arena”. Da questo momento in poi capisce che la sua vera strada è la regia teatrale. Ma non si limita infatti intraprende anche la carriera televisiva, lo ricordiamo in Caccia segreta (2007), quattro anni dopo interpreta nell’undicesima stagione di Distretto di Polizia il vicequestore che lo fa conoscere al grande pubblico a casa.

Nel 2014 partecipa al docu-film L’infiltrato – Operazione clinica degli orrori. Il successo nelle fiction arriva con Sirene e Scomparsa. Lo vediamo comparire anche tra i personaggi di Gomorra nella quarta stagione e in un episodio dell’ottava. Ultimi lavori dell’attore sono Natale in casa Cupiello regia di Edoardo De Angelis (2020) e “Maradona, sueno bandito” regia di Alejandro Aimetta (2019).

Ma a parlarci di lui non sarà solo la sua carriera e serie in cui ha preso parte come Distretto di Polizia e Gomorra, Andrea Renzi chi è oggi, quanti anni ha, dove vive, origini, vita privata, moglie, sarà la sua biografia a rivelarcelo.

Chi è Andrea Renzi: biografia, età, altezza, peso, origini, famiglia, moglie e figli dell’attore di Gomorra

Per essere in grado di conoscere tutto della biografia di Andrea Renzi, Instagram, Facebook e Twitter ci aiuteranno innanzitutto per scoprire età, origini, dove vive, peso, altezza, moglie e figli, vita e tutta la sua vita privata.

Nasce a Roma il 7 febbraio del 1963 sotto il segno dell’Acquario. É alto 175 cm non si conosce il peso.

L’attore ha uno sguardo intenso, carismatico e acuto tanto da rendere ogni ruolo credibile nella sua caratterizzazione. Un uomo affascinante e seducente che ha ammaliato il pubblico, in particolare quello femminile.

Nonostante sia nato a Roma è molto legato alla città partenopea per eccellenza: Napoli. Probabilmente ciò è dovuto al fatto che ha iniziato proprio da lì con l’amico e regista Mario Martone, che in qualche modo lo ha scoperto appena quattordicenne.

L’attore non è un amante dei profili social, difatti non esiste una pagina Instagram di Andrea Renzi. Non per questo è poco talentuoso, ha infatti ben quarant’anni di successi alle spalle, nel mondo del cinema, televisione e teatro. Ha iniziato l’attività teatrale da giovanissimo, a quattordici anni, a Napoli e ad oggi è un regista teatrale affermato. Inoltre è socio fondatore della compagnia “Teatri Uniti”.

Anche per quanto riguarda la sua vita sentimentale e privata si sa ben poco, non conosciamo l’identità della  compagna, fidanzata o moglie di Andrea Renzi, ne tanto meno sappiamo se ne abbia una.

Formazione e titoli di studio e carriera dell’attore Renzi

Oggi molti lo conoscono per via delle serie, Sirene, Scomparsa, Gomorra, Andrea Renzi chi è professionalmente nonostante questo, sono in pochi a saperlo. Partiamo dagli inizi, dalla sua formazione professionale.

Il suo esordio avviene come attore teatrale, diretto da Mario Martone dal 1982 fino al 1987,  con Tango Glaciale, Otello, Il desiderio preso per la coda (poi trasmesso anche su Rai2 nel 1986), Ritorno ad Alphaville, Ultima lettera a Filottete, Riccardo II e tanti altri, citarli tutti sarebbe impossibile.

Nel 1984 a soli vent’anni vince il premio “Opera Prima” con il monologo “Sangue e Arena” e  ciò segna l’inizio della sua carriera come regista teatrale.

Dal 1988 al 1990 lavora sempre a teatro oltre che con Martone, con W. Pagliaro, T. Servillo, C. Accetta, R.Ruiz, A. Neiwiller a titoli come: Filottete, Lo schiavo del demonio, I persiani, Seconda generazione, L’uomo dal fiore in bocca, Dritto all’Inferno.

Opera prima dell’attore come regista teatrale è Fuochi a mare per Vladimir Majakovskji. Ne seguirono molte altre: a proposito di Van Gogh, Una solitudine troppo rumorosa, Rosencrantz e Guildenstern sono morti, Tradimenti, Diario di un pazzo, Giorni felici. E ancora: La neve del Vesuvio, dalla parte di Zeno, L’amaca di domani. Considerazioni in pubblico alla presenza di una mucca una delle ultime regie del 2019 insieme alle Avventure di Pinocchio da Collodi. Altro importante riconoscimento infatti è stato nel 2000 il Premio Salvo Randone per la sua attività di interprete.

Dunque oltre che regista è anche attore di cinema in Odile (1986) Morte di un matematico napoletano (1992) “Noi credevamo” (2010) con la regia di M. Martone. Ha recitato in  in “Il viaggio clandestino (1993) di R. Ruiz,  in “L’uomo di carta” (1996) di S. Incerti, nel film  nel film “La lettera” (1997) di V. Santella. Nel 2000 arriva il successo con Ferzan Ozpeteck nel film “Le fate ignoranti” e con Paolo Sorrentino “L’uomo in più”. Ricordiamo che tra gli altri ha anche lavorato con registi del calibro di Gabriele Salvatores in “Quo vadis, baby?” (2005), con Roberto Benigni in “La tigre e la neve” (2005) e Carlo Virzì nel film “L’estate del mio primo bacio” (2006). Così come ha iniziato, ha finito chiudendo il cerchio con uno degli ultimi film su Leopardi “Il giovane favoloso” di Mario Martone.

Film di Andrea Renzi, chi è oggi in tv e al cinema

La carriera di questo attore è stata sin da subito splendente, sono innumerevoli i progetti a cui ha partecipato, dunque chi è Andrea Renzi lo dimostrano i successi lavorativi.

Gli ultimi come attore sono al cinema nel 2020 “Santa Lucia” di Marco Chiappetta, “Morrison” di Federico Zampaglione, “La peste” con la regia di Francesco Patierno e infine con l’amato Paolo Virzì “Siccità ” (2021).

Uno degli ultimi progetti in televisione è invece sotto la regia di Edoardo De Angelis “Natale in casa Cupiello” (2020) un Tv-movie con un cast d’eccezione insieme a Sergio Castellitto e Marina Confalone. In questo sceneggiato Rai interpreta il dottore, personaggio minore ma fondamentale posto alla fine della commedia di Eduardo De Filippo a suggellare il finale drammatico. Infatti  alcune trasposizioni presentano il dottore molto ambiguo circa il destino del protagonista Luca.

Anagrafica Principale
Nasce a Roma il 7 febbraio del 1963 sotto il segno dell'Acquario. É alto 175 cm. Tra i suoi film: Odile, Morte di un matematico napoletano, La lettera, Le fate ignoranti, L'iguana, Quo vadis baby, La tigre e la neve, L'estate del primo bacio, Noi credevamo, Il giovane favoloso, Santa Lucia, Siccità. A teatro: Tango glaciale, Riccardo II, Diario di un Pazzo, Il servo, L'amaca di domani. Considerazioni in pubblico alla presenza di una mucca. In televisione: Distretto di polizia, L'infiltrato, Sirene, Gomorra IV stagione, Natale in casa Cupiello.
Nome e CognomeAndrea Renzi
Data di nascita07/02/1963
Luogo di nascitaRoma
ProfessioneAttore e regista teatrale
Anagrafica Principale
Nasce a Roma il 7 febbraio del 1963 sotto il segno dell'Acquario. É alto 175 cm. Tra i suoi film: Odile, Morte di un matematico napoletano, La lettera, Le fate ignoranti, L'iguana, Quo vadis baby, La tigre e la neve, L'estate del primo bacio, Noi credevamo, Il giovane favoloso, Santa Lucia, Siccità. A teatro: Tango glaciale, Riccardo II, Diario di un Pazzo, Il servo, L'amaca di domani. Considerazioni in pubblico alla presenza di una mucca. In televisione: Distretto di polizia, L'infiltrato, Sirene, Gomorra IV stagione, Natale in casa Cupiello.
Nome e CognomeAndrea Renzi
Data di nascita07/02/1963
Luogo di nascitaRoma
ProfessioneAttore e regista teatrale
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Letizia Liguori Sono una studentessa di Lettere Moderne. Ho scelto questa facoltà per la mia passione più grande: la scrittura. Credo nel potere delle parole per cambiare il mondo, perché queste hanno una forza innata. Nel corso della mia vita, la scrittura è stata uno strumento di evasione: mi ha consolato nei momenti difficili e aiutato quando necessitavo di un consiglio. Maturando ho capito la sua importanza: raccontare idee che smuovano le coscienze. Le mie giornate da adolescente sono state influenzate dalle storie dei deboli di De Andrè, della poesia fatta canzone di Guccini, dal cinema con regia cristallina di Sorrentino e dalla lettura dei classici. Grazie alla lettura riesco ad allontanarmi dalla realtà presente ricercando un altrove nelle epoche passate. Credo che le parole siano un mezzo importante per conoscere sé stessi e gli altri, i vocaboli sono sempre stati la mia difesa, la mia ancora di salvezza. Il mio obiettivo è quello di impiegarli per rendere edotto ed informato il lettore lasciandogli una traccia, un punto di vista, seppur rivolto ad un unico e singolo individuo. Leggi tutto