• Andreotti
  • Tassone
  • Quaglia
  • Buzzatti
  • Chelini
  • Bonetti
  • Baietti
  • Romano
  • Cocchi
  • Quarta
  • Valorzi
  • Califano
  • Carfagna
  • Alemanno
  • Algeri
  • di Geso
  • Scorza
  • Grassotti
  • de Durante
  • Santaniello
  • Falco
  • Miraglia
  • Catizone
  • Gnudi
  • Coniglio
  • Cacciatore
  • Ward
  • Ferrante
  • Antonucci
  • Bruzzone
  • Crepet
  • Napolitani
  • Boschetti
  • Pasquino
  • Liguori
  • De Luca
  • Barnaba
  • Meoli
  • Casciello
  • Dalia
  • De Leo
  • Gelisio
  • Rinaldi
  • Paleari
  • Rossetto
  • Mazzone
  • Bonanni
  • Leone
  • Romano

Bonus caldaia 2022: come funziona richiederlo e requisiti ecobonus

Flavia de Durante 6 Giugno 2022
F. d. D.
06/07/2022

Come funziona il bonus caldaia 2022: scadenze per presentare domanda e quando termina, come come richiedere la detrazione, e requisiti per ottenere sconto in fattura.



Cos’è il bonus caldaie, documenti necessari per richiederlo quali sono e quando scade? Ecco tutte le info utili per conoscere i requisiti e presentare la domanda che porta lo sconto in fattura.

Nel progetto Ecobonus, bonus caldaia con Agenzia dell’Entrate consente sostituzione e detrazione delle spese per il miglioramento dell’efficienza energetica della casa. Parliamo quindi di un piano strutturato per favorire e facilitare tutti lavori che hanno come obiettivo primario migliori prestazione energetiche e una riduzione dell’inquinamento atmosferico.

L’agevolazione fiscale è stata prorogata e si può richiedere fino a dicembre 2022; grazie al bonus, quindi, i proprietari di immobili e chi ha un diritto sugli stessi, possono richiedere la sostituzione della caldaia vecchia con una nuova, ottenendo un grande sconto in fattura.

Il buono prevede quote dal 50 al 65%; in taluni casi, si arriva addirittura del 110% se i lavori rientrano nel Superbonus. Inoltre, il contributo statale include le spese per il montaggio e smontaggio dell’impianto.

Ecco tutti i dettagli, come funziona pagamento e sconto in fattura nella domanda del bonus caldaia 2022, quando scade e come presentare domanda.

Come funziona il bonus caldaia 2022, documenti necessari quali sono e domanda

Per ottenere lo sconto immediato in fattura con bonus caldaia 2022, la domanda deve essere inoltrata nel seguente modo. Innanzitutto è bene chiarire che nel pacchetto “Ecobonus” il Governo ha studiato degli incentivi precisi per limitare l’inquinamento atmosferico.

Tra questi, rientra anche il Bonus caldaie, proroga poi consentita dal Governo nel 2022, fino al 31 Dicembre. L’ultima Legge di Bilancio, infatti, contiene anche questa agevolazione e il beneficio è quello di poter usufruire di una detrazione fiscale in fattura sulla spesa sostenuta per una sostituzione di caldaia.

E’ fondamentale, però, che si acquistino caldaie con condensazione di classe energetica A o superiore; secondo quanto proposto nella guida dell’Agenzia delle Entrate, sono previste tre percentuali differenti di detrazione:

  • 50% per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione di classe A o superiore;
  • 65% per le spese di sostituzione di impianti esistenti con nuovi impianti dotati di sistemi di termoregolazione o domotica evoluti;
  • 65% per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernali con impianti a pompa di calore e per l’installazione di impianti solari per a produzione di acqua calda sanitaria.
  • In caso di sostituzione con aumento di almeno due classi di efficienza energetica, associata contemporaneamente ai lavori ammessi col superbonus, si ottiene uno sconto 110%.

E’ indispensabile, così come nel caso di tutte le altre agevolazioni, che si proceda all’acquisto della nuova caldaia con pagamenti tracciabili.

Chi può sostituire la caldaia, requisiti EcoBonus 2022

A chi spetta il bonus caldaia 2022, chi ne ha diritto e come richiedere la sostituzione? L’agevolazione è rivolta ad una platea abbastanza ampia. L’obiettivo del buono, come già sottolineato, è quello di permettere ai cittadini di ottenere una diminuzione dei consumi; e, contemporaneamente, una maggiore sostenibilità ambientale.

Il bonus è rivolto ai proprietari di immobili che sostituiscono una vecchia caldaia e chi installa una nuova a condensazione di nuova generazione. Inoltre, possono richiedere l’agevolazione anche chi ha un diritto reale sull’immobili: è il caso degli inquilini di una casa/appartamento in affitto.

Per ottenere un nuovo impianto non è necessario presentare l’ISEE; l’unico obbligo e fare sì che il pagamento avvenga tramite un metodo registrabile e tracciabile. I titolari di reddito di impresa potranno pagare solo tramite bonifico parlante; i non titolari di reddito d’impresa potranno pagare sia tramite bonifico bancario sia postale.

Per presentare la domanda bonus caldaie 2022, requisiti Ecobonus quali sono?

  • L’intervento deve prevedere una sostituzione totale o parziale del vecchio generatore termico;
  • Non deve essere una nuova installazione;
  • Il nuovo generatore di calore a condensazione può essere sia ad aria che ad acqua.

Domanda bonus caldaie 2022: come richiederlo, istruzioni compilazione

Ecco come presentare la domanda per ottenere detrazione e sconto in fattura bonus caldaia 2022, requisiti e documenti necessari quali sono? Per richiedere l’agevolazione si dovranno fornire alcune informazioni:

  • codice fiscale di chi usufruirà della detrazione;
  • la causale di versamento;
  • la partita IVA o il codice fiscale del beneficiario del pagamento;
  • i dati della ricevuta di pagamento.

Inoltre, entro 90 giorni massimo, deve essere inviata la comunicazione dell’installazione della nuova caldaia all’ENEA (smontaggio vecchia; Montaggio e messa in opera della nuova; Opere murarie, idrauliche e elettroniche); insieme a questa documentazione, è richiesta la scheda informativa dei lavori rilasciata dal tecnico abilitato e all’attestazione della classe energetica.

Inoltre, si può usufruire del bonus anche tramite:

  • cessione del credito;
  • sconto diretto in fattura.

Rientrano nel Bonus Caldaie 2022 tutte le spese di sostituzione, comprese quelle per lo smontaggio e il montaggio.

Sono inclusi nell’agevolazione i costi dei lavori per il sistema di controllo e l’adeguamento alla rete di distribuzione.

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Flavia de Durante Laureata in Lettere Moderne con il massimo dei voti all'Università degli studi di Salerno. Da sempre amante della lettura, mi diletto a scrivere sin dalla prima adolescenza. Mi interessa esplorare il mondo circostante in tutte le sue sfumature ed in particolare l'animo umano e i rapporti interpersonali. I temi che maggiormente mi interessano sono quelli legati alla cultura, alla storia, al costume, all'ambiente, all'attualità. Vedo nel settore del giornalismo non solo la possibilità di trasmettere dati ed informazioni, ma anche una grande opportunità di acquisire nuove e varie conoscenze. La curiosità e la voglia di sapere sono i motori principali che mi hanno spinto a intraprendere questo percorso. Leggi tutto