• Leone
  • Barnaba
  • Catizone
  • Liguori
  • Ferrante
  • Boschetti
  • Bonanni
  • Quaglia
  • Casciello
  • di Geso
  • Buzzatti
  • Falco
  • Cacciatore
  • Santaniello
  • Gnudi
  • Meoli
  • Rinaldi
  • Alemanno
  • de Durante
  • Baietti
  • Tassone
  • Paleari
  • Carfagna
  • Napolitani
  • Coniglio
  • Crepet
  • Bruzzone
  • Pasquino
  • De Leo
  • Valorzi
  • Ward
  • Mazzone
  • Cocchi
  • Bonetti
  • Califano
  • Romano
  • Grassotti
  • Dalia
  • Chelini
  • Gelisio
  • Miraglia
  • Algeri
  • De Luca
  • Scorza
  • Quarta
  • Andreotti
  • Rossetto
  • Antonucci
  • Romano

Chi è Deborah Compagnoni oggi: età, fisico, marito e dove vive

Lidia Colangelo 7 Luglio 2022
L. C.
18/08/2022

Ex sciatrice, chi è Deborah Compagnoni oggi: età, altezza, peso, fisico, figli, marito, vita privata, dove vive, e profili Instagram e Facebook.



Prima atleta ad aver vinto una medaglia d’oro in tre diverse edizioni dei Giochi Olimpici invernali nella storia dello sci alpino.

E’  tra le più vittoriose sciatrici italiane.

Ha conquistato sedici vittorie in Coppa del mondo, tre medaglie d’oro olimpiche e tre medaglie iridate.

Nel ’94 la vediamo nelle vesti di Alfiere della rappresentativa italiana durante la cerimonia di apertura dei diciassettesimi Giochi olimpici invernali del Lillehammer.

Ha parlato di lei in una lunga intervista concessa a Silvia Toffanin. Ma a parlare di lei, non sarà solo la sua intervista a Verissimo, Deborah Compagnoni chi è oggi, quanti anni ha, dove vive, origini, marito e figli, sarà la sua biografia a dircelo.

Chi è Deborah Compagnoni oggi: biografia, età, fisico, altezza, peso, marito e dove vive la sportiva

Per scrivere una biografia e sapere chi è Deborah Compagnoni, Instagram e Facebook, ci potrebbero essere utili, per scoprire età, origini, matrimonio, marito e figli della sciatrice.

Nata a Bormio il 4 giugno del 1970, altezza 1,65 cm, peso 62 kg, segno zodiacale gemelli.

La sciatrice ha occhi e capelli castani, di media lunghezza, carnagione olivastra e sorriso raggiante. A contraddistinguere il suo look è sicuramente la sobrietà. La vediamo spesso indossare delle giacche molto eleganti per le uscite formali.

Adesso si divide tra Treviso, dove abitano i suoi figli e le località mondane che tanto ama, da Santa Caterina Valfurva a Cortina.

Sappiamo anche della morte prematura del fratello della campionessa, Jacopo, che è purtroppo scomparso il 16 dicembre del 2021, a soli 40 anni. Era maestro di sci, guida alpina e maestro di alpinismo. E’ morto travolto da una valanga.

Non esiste un profilo Instagram di Debora Compagnoni, ma la troviamo su Facebook con la sua fan page di 19.0000 follower. Tra i vari post, una marea di foto che la ritraggono perlopiù nel ruolo di sportiva, quale è.

Dal suo profilo emerge che la campionessa ama poco pubblicare post. A farci intravedere qualcosa sono le menzioni di FB che le dedicano come quella fatta da “Il parco di Alex” a cui la sciatrice ha rilasciato un’intervista dove spiega l’importanza dello sport, soprattutto per le associazioni. Si dedica cosi a diversi progetti benefici.

Dopo la morte di una cugina per leucemia ha fondato un’associazione. “L’importanza dello sport è nello stare insieme e fare qualcosa per gli altri” -dice-.

Poi ci parla della tutela dell’ambiente, un altro aspetto importantissimo della sua vita. E’ ambasciatrice delle Olimpiadi green Milano-Cortina per la tutela dell’ambiente. Sono le olimpiadi che si adattano ai territori e non i territori che si adattano alle olimpiadi.

Sulla sua bacheca di Facebook troviamo anche un un video che ci racconta di un nuovo progetto a cui la campionessa aderisce “Camminare per la Vita“.

I Piani di Pezzè ad Alleghe sono stati la cornice della consegna ufficiale di cinque carrozzine per disabili da parte degli organizzatori del progetto, guidati dalla Campionessa.

Il progetto si chiama “Insieme ovunque“. La campionessa spiega nel video, hanno individuato tracciati da percorrere, fruibili da chiunque, dalla persona portatrice di handicap, alla persona anziana. La libera accessibilità di ogni luogo rappresenta per lei e l’associazione, una priorità.

Circa la vita privata, sappiamo che è stata sposata per 13 anni. L’ex marito di Deborah Compagnoni è Alessandro Benetton, da cui ha avuto tre figli, Agnese Benetton, Tobias Benetton e Luce Benetton.

Carriera della sciatrice alpina Compagnoni

Tutti la conoscono come sciatrice alpina, Deborah Compagnoni chi è oggi professionalmente sono in pochi a saperlo. Cerchiamo nel suo curriculum, vita e titoli di studio per conoscerla meglio.

Originaria di Santa Caterina Valfurfa in Valtellina, debutta in campo internazionale in occasione dei Mondiali Juniores di Bad Kleinkirchheim nel 1986 dove, non ancora sedicenne, vince la medaglia di bronzo nella discesa libera.

Nel 1987 nella rassegna iridata giovanile di Hemsedal/Salen, conquista la medaglia d’oro nello  slalom gigante e quella di bronzo nella discesa libera. Nello stesso anno, ottiene il primo piazzamento in  Coppa del mondo.

Nel 1988 subisce il primo degli infortuni, la rottura del ginocchio destro. Seguito da un grave blocco intestinale che ne mette a rischio la vita.

Ai campionati italiani dell’89 vince la medaglia d’oro in tutte e quattro le specialità in programma (discesa libera, supergigante, slalom gigante e slalom speciale.)

Alla Coppa del Mondo ottiene il primo podio nello slalom gigante di Santa Caterina di Valfurva dell’8 dicembre 1991, e la prima vittoria nel supergigante di Morzine del 1992.

Esordisce ai Giochi olimpici invernali ad Albertville nel 92′. Vince la medaglia d’oro nel supergigante. Il giorno seguente, mentre gareggiava nello slalom gigante, subisce uno dei suoi più gravi infortuni ai legamenti delle ginocchia.

Nella stagione dal 93′ al 97′ è quinta nel supergigante. La ritroviamo anche al suo secondo oro olimpico nello slalom gigante e campionessa mondiale nel 96′ e nel 97′.

Dal 98 al 99 si riconferma campionessa nello slalom gigante e nello slalom speciale ed in coppa del mondo quell’anno vince quattro slalom giganti.

L’11 dicembre 1998 sale per l’ultima volta sul podio in Coppa del Mondo, a Val d’Isère in slalom gigante. E’ seconda, ai successivi Mondiali di Vail-Beaver Creek, sua ultima partecipazione a una rassegna iridata. E’ 7ª nello slalom gigante e 8ª nello slalom speciale. Si ritirò al termine di quella stessa stagione.

L’intervista a Verissimo, Deborah Compagnoni chi è oggi e cosa fa

Dalle sue medaglie ai suoi amori, in una lunga intervista a Verissimo, chi è Deborah Compagnoni oggi è lei stessa a svelarlo.

La Toffanin le propone prima un video dove ripercorre la sua carriera, compresi i suoi infortuni e la campionessa lo commenta così: “Ho cercato di trovare anche il lato positivo da tutto questo, perché il caso ti porta a capire cosa cambiare. Le mie gare più belle infatti le ho fatte dopo l’infortunio”. – Dichiara la sciatrice –

Insomma una donna grintosa che di certo non si arrende dinanzi alle difficoltà, convinta che il cambiamento non é una sconfitta ma un augurio a non demordere.

La Toffanin le propone un secondo video circa la sua vita privata, molto intenso, e la campionessa si racconta a cuore aperto. Ci fa entrare in una sfera ancora più intima, quella del dolore per la tragica scomparsa del fratello.

La vediamo commuoversi anche quando parla dei figlioletti del fratello nonché suoi nipoti. “Ora la famiglia si concentra su di loro, mio fratello avrebbe voluto così.” – Dice-.

La neve fa parte di lei ma non lo sapeva da piccola, s’immaginava pittrice, invece il papà sin da subito si accorge delle sue potenzialità.

La montagna le da gioie e dolori , le ha scolpito il carattere e bisogna averne rispetto, dice.

Parla anche dei suoi genitori, Deborah Compagnoni, definendoli forti e soprattutto una famiglia tra gli sci.

Piuttosto riservata circa il suo nuovo amore che non nomina affatto, ma sappiamo che il nuovo compagno di Deborah Compagnoni è un maestro di sci.

Crede nel destino ed oggi la campionessa, dopo la perdita del fratello, la separazione dal marito, colpi durissimi, e dopo i nuovi progetti professionali per l’ecosostenibilità, lasciandosi alle spalle la carriera, gli infortuni, sarà una donna nuova, aperta ad una nuova fase.

Sarà ambassador della fondazione Milano-Cortina 2026 per le Olimpiadi e le Paralimpiadi.

Anagrafica Principale
Nata a Bormio il 4 giugno del 1970, altezza 1,65 cm, peso 62 kg, segno zodiacale gemelli. Originaria di Santa Caterina Valfurfa in Valtellina, debutta in campo internazionale in occasione dei Mondiali Juniores di Bad Kleinkirchheim nel 1986 dove, non ancora sedicenne, vince la medaglia di bronzo nella discesa libera.
Nome e CognomeDeborah Compagnoni
Data di nascita04/06/2022
Luogo di nascitaBormio
ProfessioneSciatrice
Anagrafica Principale
Nata a Bormio il 4 giugno del 1970, altezza 1,65 cm, peso 62 kg, segno zodiacale gemelli. Originaria di Santa Caterina Valfurfa in Valtellina, debutta in campo internazionale in occasione dei Mondiali Juniores di Bad Kleinkirchheim nel 1986 dove, non ancora sedicenne, vince la medaglia di bronzo nella discesa libera.
Nome e CognomeDeborah Compagnoni
Data di nascita04/06/2022
Luogo di nascitaBormio
ProfessioneSciatrice
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Lidia Colangelo Ho fatto varie esperienze, credo vivamente che si abbia bisogno di sperimentare molto nella vita, ma il mio fulcro è sicuramente la scrittura. Non sono una professionista per il semplice fatto che io non abbia mai scritto per professione, fino ad ora, ma sicuramente il mio punto cardine, in termini di passioni, è la scrittura da sempre. Non ho conseguito la laurea, frequentavo a Napoli la facoltà di scienze biologiche e me lo sono sempre recriminata, questo. Sono dinamica, curiosa verso tutti gli aspetti della vita e le vicende umane; sempre pronta a mettermi in discussione, e ad immergermi, come dicevo, in nuove avventure e sfide, che ritengo siano l'unico modo per conoscerci e concedere pertanto, di più agli altri, e se anche non ci conoscessimo, è solo sperimentando la riflessione, l'osservazione ed il cambiamento che si assapora la vita in tutti i suoi aspetti. Leggi tutto