• Google+
  • Commenta
19 dicembre 2005

Ustica: sale in cattedra a “la Sapienza”

Ustica: uno dei tanti misteri italiani rimasti irrisolti. La notte del 27 giugno 1980, un aereo in volo tra Bologna e Palermo, un Dc9, con a bordo 81 Ustica: uno dei tanti misteri italiani rimasti irrisolti. La notte del 27 giugno 1980, un aereo in volo tra Bologna e Palermo, un Dc9, con a bordo 81 persone, scomparve dai tracciati dei radar di Fiumicino. Dopo alcune ore si ebbe la certezza che era caduto in mare a nord di Ustica. Nessun superstite. A 25 anni dal disastro, qualche giorno fa, i generali dell’aeronautica Lamberto Bartolucci e Franco Ferri sono stati assolti in appello dall’accusa di alto tradimento relativa alla strage. Nessun responsabile. Come se il caso non fosse mai esistito. Una situazione paradossale, come dice ai microfoni di Ecoradio, Andrea Purgatori, scrittore e giornalista d’inchiesta, che ha sempre seguito il caso Ustica ed ha collaborato alla sceneggiatura de “Il muro di gomma”, film di Marco Risi che ripercorre le tappe della strage.
Mercoledì 21 dicembre, dalle 10.30, presso la sala delle lauree della facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Roma “La Sapienza”, è in programma il convegno “Etica, economia ed ecologia – Le professioni del futuro”. Intervengono: Gianfranco Passalacqua (Presidente Agreen, Consorzio per le energie rinnovabili), Giulio Pignataro (Presidente associazione Amici Verdi), Marco Lamonica (Presidente Ecomedia Spa), Daniele Cauzillo (Presidente Unione Giovani Commercialisti di Roma), Mario Sirimarco (Università di Teramo), Erik Lanzoni (Responsabile commerciale Micro-vett Spa), Claudia Bettiol (Univerità di Tor Vergata). Conclude Angelo Bonelli (Assessore Ambiente e Cooperazione tra i popoli della Regione Lazio).
Ecoradio

Google+
© Riproduzione Riservata