• Google+
  • Commenta
9 febbraio 2006

Macerata: Associazione dei laureati ora anche su internet

E’ attivo all’indirizzo http://www.unimc.it/alam/ il sito internet dell’Associazione laureati Ateneo maceratese (Alam), nata nel 1994 su iniziativa
E’ attivo all’indirizzo http://www.unimc.it/alam/ il sito internet dell’Associazione laureati Ateneo maceratese (Alam), nata nel 1994 su iniziativa di alcuni soci fondatori.
“A nome del Consiglio di amministrazione dell’Associazione e mio personale, voglio ringraziare il rettore Roberto Sani, che ci ha dato la possibilità di far conoscere, ospitandoci all’interno del sito internet dell’Università, la natura, la finalità e l’attività dell’Alam – dichiara il presidente dell’associazione Daniela Gasparrini -. Essa è sorta per volontà di un gruppo di laureati di diverse età e del rettore di allora, Alberto Febbraio, con lo scopo di rivitalizzare un rapporto mai interrotto. Possono far parte tutti dell’Associazione i laureati dell’Università di Macerata, nonché il rettore, socio di diritto. Lo spirito che anima l’Associazione rimanda all’idea stessa di Università, che non è o non dovrebbe essere solamente un luogo dove apprendere nozioni, sostenere esami e conseguire un titolo, ma una vera e propria comunità in cui, negli anni più importanti e delicati della vita si vive, si cresce, ci si confronta, si stringono amicizie e relazioni, ci si crea una propria”.
Una delle prime iniziative dell’Associazione è stata l’istituzione della Giornata del laureato, durante la quale vengono premiati chi compie i 50 o 25 anni dalla laurea e i nuovi laureati che si sono distinti con una votazione di 110 e lode, facendo incontrare così tre generazioni di ex studenti.
Ma l’Alam non si prepone solamente finalità celebrative. Il programma delle attività mira a promuovere l’inserimento nel mercato del lavoro dei laureati.
“Importante in questo senso può essere l’istituzione di borse di studio a favore di giovani laureati – sottolinea la professoressa Gasparrini -, anche con il supporto del mondo professionale e produttivo, con cui si è certi non mancherà un costruttivo dialogo. L’Alam non vuole sostituirsi a strutture già esistenti nell’Università finalizzate all’inserimento nel mondo del lavoro, ma vuole operare soprattutto sul piano culturale. In questa ottica, si inseriscono gli incontri con laureati illustri dell’Ateneo maceratese”.
Possono essere soci dell’Alam solo i laureati dell’Università degli Studi di Macerata, che ne facciano richiesta scritta. Su deliberazione dell’Assemblea, possono essere nominati soci onorari coloro che si siano distinti per meriti particolari.
Chi volesse aderire all’Associazione può inoltrare la domanda entro il 31 dicembre di ogni anno. La quota di iscrizione è di 25 euro. Il modulo di adesione è disponibile anche on-line. Per maggiori informazioni è possibile telefonare ai numeri 0733.2582803 e 0733.258.2822-2410 o scrivere all’indirizzo di posta elettronica alam@unimc.it.

Un seminario “parigino”
Domani 10 febbraio alle 14 nell’aula h di palazzo Ugolini (corso Cavour) nell’ambito del Dottorato di ricerca in lingue e letterature comparate la professoressa Nadia Setti dell’Università Paris 8 terrà un seminario dal titolo: “Scritture dell’alterità tra amnesia e rimemorazione”. La professoressa Setti si occupa di poetica, letterature comparate al femminile, questioni di lettura e scrittura al femminile, scritture migranti. È autrice di saggi in francese, italiano e inglese su scrittura e differenza sessuale. Ha, inoltre, tradotto testi di politica, scrittura e teatro. Tutti gli interessati sono invitati a partecipare.

Google+
© Riproduzione Riservata