• Google+
  • Commenta
22 maggio 2006

Unimore: il rischio chimico e il concetto di sicurezza

Continua all’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia il ciclo di incontri dedicati al concetto di sicurezza sul luogo di lavoro dal tiContinua all’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia il ciclo di incontri dedicati al concetto di sicurezza sul luogo di lavoro dal titolo “Il concetto di sicurezza”, organizzato dalla Scuola di Dottorato in Scienze e Tecnologie dei prodotti per la salute, in collaborazione con i Dipartimenti di Chimica, Scienze Biomediche e Scienze Farmaceutiche.

I seminari, tenuti dal dott. Celsino Govoni, Chimico Dirigente presso il Servizio di Prevenzione e sicurezza degli Ambienti di Lavoro del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’USL di Modena, sono giunti al quarto appuntamento previsto per mercoledì 24 maggio 2006 alle ore 14.30 presso l’Aula 8 del Dipartimento di Chimica (via Campi183 – III piano) dal titolo “Misure di prevenzione e protezione in un laboratorio di ricerca e di controllo di qualità”.
Anche in questa occasione l’attenzione sarà posta sulle problematiche legate all’esposizione a sostanze tossiche o potenzialmente tossiche di coloro che operano in ambienti di lavoro caratterizzati da un elevato “rischio chimico” e, in special modo, sugli agenti chimici sospettati di essere cancerogeni. Si parlerà di obblighi, responsabilità, prevenzione e protezione da agenti chimici pericolosi per la salute e la sicurezza impiegati nei laboratori chimici di ricerca e di didattica.
“L’attenzione alle problematiche legate alla prevenzione e alla protezione dal rischio chimico – ha sottolineato il prof. Rois Benassi, Direttore della Scuola di Dottorato in Scienze e Tecnologie dei prodotti per la salute dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia – e’ stata rinvigorita dall’entrata in vigore di direttive europee che hanno proposto con forza l’impegno contro i pericoli e i rischi per la salute e la sicurezza degli esposti a sostanze chimiche. Le norme europee attualmente in vigore nell’ordinamento legislativo italiano hanno introdotto diversi obblighi in materia d’identificazione dei pericoli e di valutazione del rischio a seguito dell’impiego di agenti chimici pericolosi, al fine dell’adozione delle misure di prevenzione e di protezione di tutti gli operatori, siano essi studenti, ricercatori, tecnici o addetti al laboratorio. La massima attenzione va rivolta nei confronti dell’uso di quelle sostanze non ancora completamente studiate dal punto di vista della pericolosità tossicologica, eco-tossicologica e fisico-chimica o di complessa identificazione”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy