• Google+
  • Commenta
19 giugno 2006

Wikipedia “blinda” alcune sue voci

Non sarà un’enciclopedia tanto rigorosa, costruita scientificamente, ma è senza dubbio una delle più consultate: si tratta di

Non sarà un’enciclopedia tanto rigorosa, costruita scientificamente, ma è senza dubbio una delle più consultate: si tratta di Wikipedia, l’enciclopedia libera, letta, scritta ed aggiornata on-line dai suoi stessi lettori. Un sito come questo è detto ‘wiki’ e permette la modifica di qualsiasi cosa… o quasi. Già perché la novità che riguarda Wikipedia è che alcune sue voci sono state “blindate” a causa di ripetuti atti vandalici e spiacevoli inconvenienti: da qualche giorno parole come Albert Einstein, Diritti umani in Cina e un’altra ottantina sono infatti immodificabili. Altre 179 voci, tra cui Gorge W. Bush, Adolf Hitler, Islam risultano invece “semi-protette” e la modifica può avvenire solo da parte di quegli utenti che si sono registrati per almeno quattro giorni.
Insomma Wikipedia rimane un’enciclopedia “del popolo”, “una comunità volontaria di collaboratori”. Sarà solo un po’ meno libera…

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy