• Google+
  • Commenta
26 settembre 2006

Università lateranense: dialogo interreligioso

La Chiesa Cattolica cerca la via del dialogo interreligioso. Dopo le parole del Papa, pronunciate all’università di Ratisbona ( Germania ),

La Chiesa Cattolica cerca la via del dialogo interreligioso. Dopo le parole del Papa, pronunciate all’università di Ratisbona ( Germania ), che avevano scatenato l’ira degli islamici, L’Università Lateranense si è resa protagonista di un’opportuna iniziativa: quella di un interessante convegno sul tema “Dialogo interreligioso. Puntualizzazioni e prospettive”, svoltosi, per l’appunto, presso le proprie sedi.
Il congresso si è aperto con le parole di Mons. Paolo Selvadagi che ha detto: “Il dialogo si misura con l’analisi della società contemporanea e intercetta categorie nuove come tolleranza, multiculturalismo, riconoscimento della differenza, che interagiscono con quelle già utilizzate: incontro, rispetto, arricchimento reciproco”.
Perché il dialogo si realizzi, ha aggiunto mons. Selvadagi “si può seguire la strada dottrinale, ma questa non può essere l’unica. C’è infatti anche la strada dell’esperienza religiosa tracciata dal papa Giovanni Paolo II, con l’incontro di Assisi”
Tema centrale del convegno sono state, in particolare, le religioni asiatiche. Tra queste quella che ha destato maggior interesse, è stato il buddismo.
“La fede cristiana non deve temere di farsi interrogare dal pensiero asiatico” ha affermato ad esempio Michael Fuss. Nel dialogo tra le religioni, ha detto ancora il docente, due cose sono necessarie: “un servizio di pensiero” e “l’amore dell’altro che non può essere senza la conoscenza della sua religione”.

Google+
© Riproduzione Riservata