• Google+
  • Commenta
27 febbraio 2007

L’università Cattolica di Lille incontra l’Università Cattaneo

Si è tenuto oggi, martedì 27 febbraio all’Università Cattaneo un incontro tra il Direttore della School of Management dell’UniverSi è tenuto oggi, martedì 27 febbraio all’Università Cattaneo un incontro tra il Direttore della School of Management dell’Università Cattolica di Lille in Francia, Prof. Jean-Philippe AMMEUX, e l’Amministratore Delegato, il Rettore e i Presidi di Facoltà della LIUC.
La IESEG School of Management, struttura dell’Università Cattolica di Lille, fa parte del sistema delle “grandes écoles” francesi ed è stata classificata come la prima “business school” francese per il suo programma quinquennale di formazione al management (corrispondente alla nostra laurea triennale + laurea magistrale).
L’incontro ha lo scopo di approfondire le possibili linee di collaborazione tra le due istituzioni universitarie e in modo particolare la possibilità di dare seguito a programmi di scambio di studenti.

LIUC e IESEG hanno numerosi punti in comune:

– l’interesse per l’internazionalizzazione: IESEG è fortemente internazionalizzato anche come corpo docente ed eroga i suoi corsi in lingua inglese. LIUC ha un programma intenso di scambi internazionali ed nell’ambito della facoltà di Economia un biennio di laurea magistrale in international business in lingua inglese;

– sono localizzate in territori di antica vocazione e cultura industriale, con una storia particolare nel settore tessile, che hanno saputo nel tempo dare vita ad attività produttive nuove e molto diversificate;

– la scelta di un’impostazione didattica generalista e polivalente, imperniata su progetti pedagogici che valorizzano la visione unitaria dell’impresa, il contatto tra teoria e pratica e la dimensione dello sviluppo personale. E’ un’impostazione che apre le porte a sbocchi professionali in ruoli e settori molteplici;

– l’attenzione per una formazione completa che comprende programmi di sviluppo personale, lavoro di gruppo, apertura culturale, creatività, flessibilità, capacità di comunicazione, valorizza gli stage in azienda e la partecipazione a momenti associativi, tra i quali assume particolare importanza l’esperienza della junior enterprise;

– i rapporti intensi con il sistema imprenditoriale della regione di insediamento.

L’incontro costituisce una importante occasione per mettere a punto iniziative comuni che valorizzino queste affinità e comunanze di approccio per una formazione universitaria moderna e sostenuta da valori forti di tipo umanistico: rispetto, tolleranza, responsabilità.

Google+
© Riproduzione Riservata