• Google+
  • Commenta
17 marzo 2007

Le donne italiane faticano a trovare lavoro

Le donne laureate trovano con maggiore difficoltà un’occupazione rispetto ai colleghi maschi in possesso di un titolo accademico equivalent

Le donne laureate trovano con maggiore difficoltà un’occupazione rispetto ai colleghi maschi in possesso di un titolo accademico equivalente. Secondo l’ultimo studio riguardante le condizioni occupazionali degli italiani condotti da AlmaLaurea, a un anno dalla discussione della tesi le donne che trovano lavoro sono 49 su cento contro la percentuale maschile che è del 57%; la situazione si aggrava se si considerano le statistiche relative a cinque anni dopo la laurea quando le donne occupate sono 81 su cento e gli uomini 90 su cento.
A questa fotografia della situazione occupazionale andrebbe aggiunta qualche informazione riguardo alle differenze che il campione di popolazione studiato ha riscontrato in fatto di retribuzione: esiste infatti una differenza sostanziale fra gli stipendi degli uomini e quelli delle donne(€1.184 contro €926, media dopo un anno di lavoro), gap che che si accentua notevolmente con il passare degli anni.
In conclusione è evidente come la condizione alla quale è costretto il mondo femminile non è delle migliori ed è altrettanto evidente che le misure che il nostro Paese ha istituito per arginare il problema non sono sufficienti soprattutto considerato che il livello di partecipazione alle istituzioni delle donne italiane, che dovrebbe contribuire a risollevare la situazione, è tra i più bassi di tutta l’Unione Europea.

Google+
© Riproduzione Riservata