• Google+
  • Commenta
12 giugno 2007

Mussi vara la nuova università!

L’università italiana sta per cambiare, nuovamente, formula ed organizzazione. Così come avviene nell’America’s Cup: competizione ve

L’università italiana sta per cambiare, nuovamente, formula ed organizzazione. Così come avviene nell’America’s Cup: competizione velica dove, dopo ogni edizione, il vincitore decide le regole di svolgimento della successiva manifestazione; in Italia, ad ogni cambio di governo, si da luogo ad una riforma del sistema universitario. Non ha importanza se l’attuale regolamento didattico vigente piaccia o meno ad insegnati e studenti. Ogni ministro vuole, se non addirittura deve, apporre il suo marchio indelebile sull’università.
L’ultimo in ordine di tempo, a meno che non si verifichino dei ribaltoni di governo prima dell’estate, è il decreto varato dal ministro dell’Università e della Ricerca Fabio Mussi. Esso prevede, a partire dall’anno accademico 2008/2009, l’attuazione di un nuovo ordinamento didattico che, di fatto, riorganizza in maniera radicale le classi di laurea sia triennali che magistrali. Le principale novità riguardano: 1) un tetto massimo al numero di esami e crediti (20 esami e 180 crediti per la triennale; 12 esami e 120 crediti per la laurea magistrale); 2) almeno la metà degli insegnamenti di un corso dovrà essere tenuto da docenti di ruolo o ricercatori; 3) meno intoppi per gli studenti che si trasferiscono da un’università ad un’altra o che decidono di cambiare corso di laurea; 4) lotta alle lauree “facili” con stop alle convenzioni con gli ordini professionali ed alla proliferazione di atenei privati di dubbia valenza formativa.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy