• Google+
  • Commenta
5 giugno 2007

Università di Udine: calcolatori superveloci

Il Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università di Udine, ha organizzato un convegno che ha per tema i calcolatori superveloci. Il Il Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università di Udine, ha organizzato un convegno che ha per tema i calcolatori superveloci. Il loro utilizzo è ormai divenuto indispensabile in tutti i settori dello scibile umano. Da quello medico nell’analizzare, ad esempio, il DNA a quello meteorologico, dove vengono usati per calcolare modelli di previsioni. Si utilizzano calcolatori, per studiare i materiali e la loro resistenza ad onde sismiche o a fonti di calore, fino ad elaborare scenari virtuali nella grafica pubblicitaria. L’incontro, si è tenuto alla fine di Maggio nell’Aula multimediale del Dipartimento presso il Polo scientifico dei Rizzi ed è stato presieduto dal rettore Furio Honsell e dal direttore del Dipartimento Vito Roberto. Sono seguiti gli interventi dei relatori Carlo Daffara, della Conecta srl di Udine che farà il punto sui Calcolatori superveloci e loro recente evoluzione. Luca Chittaro, direttore del Laboratorio di interazione uomo-macchina dell’ateneo friulano, affronterà le applicazioni di lavoro collaborativi nel progetto europeo Gridcc e di simulazione in realtà virtuale. Agostino Dovier, docente di Teoria dell’informazione all’Università di Udine, parlerà di constraint programming e parallelismo per lo studio della struttura delle proteine. Chiuderà l’incontro l’intervento di Pierfrancesco Zuccato dell’Eurotech di Amaro. Il dipartimento di Matematica e informatica dell’ateneo friulano utilizza uno di questi supercalcolatori per fare ricerche in biologia. L’incontro servirà a fare il punto sugli ultimi sviluppi di queste ricerche e sulle prospettive che si possono aprire nel campo dei calcolatori superveloci per le aziende informatiche.

Google+
© Riproduzione Riservata