• Google+
  • Commenta
14 maggio 2010

Azioni Integrate Italia – Spagna: sospeso il Bando 2011

Azioni Integrate Italia – Spagna, è un programma sostenuto dal MIUR in collaborazione con il Ministero della Scienza e Innovazione Spagnolo, che ha come obiettivo quello di favorire dei progetti di ricerca comuni.

In un periodo di tempo limitato pari ad un anno o al massimo due, ricercatori dei due Paesi collaborano su obiettivi concreti, al fine di ottenere dei risultati positivi e porre così le basi per collaborazioni di più ampia portata anche a livello europeo.

Questo progetto che da un po’ di anni a questa parte, mobilita giovani ricercatori, quest’anno ha dovuto fare i conti con le risorse a disposizione di entrambi i Paesi, che si sono fortemente ridotte, ragion per cui, si è deciso di sospendere il bando per il 2011, che nei prossimi mesi avrebbe visto la presentazione delle proposte che si sarebbero svolte il prossimo anno.

In un comunicato ufficiale del MIUR dello scorso 5 Maggio, oltre che di risorse ridotte, si parla anche di altre motivazioni che hanno spinto a questa decisione, si legge infatti che:
-* la tipologia di attività messa in atto, ovvero attività di cooperazione bilaterale e mobilità di giovani ricercatori con un contributo ridotto, non ha portato a risultati evidenti negli ultimi anni;
-* inoltre il contesto europeo di cooperazione tra sistemi ed istituzioni è cambiato da quando queste attività sono state istituite.

Anche tenendo conto di questi fattori si è quindi deciso, sempre in accordo con i partner, di prendere in considerazione la possibilità di trasformare le vecchie attività in azioni a supporto della mobilità degli studenti di Dottorato, in un’ottica di potenziamento del rapporto tra il terzo ciclo e il mondo del lavoro.

Per avere delle certezze a riguardo bisogna aspettare i nuovi sviluppi della questione. Per il momento l’unica cosa certa resta la mancata possibilità per i tanti ricercatori che attraverso questo bando speravano di poter lavorare su una loro proposta.

Donatella Masiello

Google+
© Riproduzione Riservata