• Google+
  • Commenta
24 giugno 2010

Vinco, mi indebito o passo? Via ai “giochi” dei test di ammissione

Siamo ormai alle porte delle prossime immatricolazioni per l’anno accademico 2010/11, ma siamo ancora più vicini al “primo esame ufficiale” con cui dovranno confrontarsi le future matricole e che gli consentirà in qualche modo, di “rompere il ghiaccio” col mondo universitario: il test di ammissione!
Quando parliamo di test di ammissione c’è però da fare una specifica sul caso: tali test possono andare a incidere relativamente sulla propria iscrizione universitaria.

Occorre, infatti, fare un distinguo tra test vincolanti e test di orientamento. Per quanto concerne i primi, sicuramente questi c’è da dire che sono molto più complessi e “preoccupanti” in quanto sono caratterizzanti delle facoltà e corsi di laurea a numero chiuso ove si stabilisce a priori un numero massimo di iscritti. Parliamo delle facoltà cosiddette a “numero chiuso” o ad accesso programmato ove a livello ministeriale è fissato il numero esatto delle matricole che possono essere emesse per quel tipo di facoltà specifica.

Ma quali sono queste facoltà? È risaputo che tutta l’area medico-sanitaria è rigorosamente a numero ridotto negli accessi, ma questo vale anche per le facoltà di architettura, scienze della formazione primaria, i corsi di nuova attivazione o quelli che prevedono laboratori e tirocini obbligatori come agraria, psicologia e scienze motorie (negli ultimi tempi previsti anche in ingegneria e in area economica, ma non per tutte le università).

Tali test selettivi prevedono sia domande di carattere attitudinale nonché vere e proprie domande di profitto che, solitamente, sono di cultura generale. I testi sono impostati con domande a scelta multipla (ottime come “stimolatrici di memoria”!). Anche le università private in genere hanno questo processo stesso di selezione programmata (es. Bocconi).

Niente paura per chi invece si iscriverà a tutte le altre facoltà ove sono previsti test di orientamento. Per quanto sia sempre e comunque preferibile entrare a “pieno titolo” all’università qualora, però, malauguratamente ci fosse qualche “intoppo” in qualche specifica materia presente nel test, ci si potrà comunque iscrivere al corso di laurea desiderato, ma con una piccola “rognetta” da risolvere: si dovranno recuperare dei crediti formativi! Questo significa che, prima di poter sostenere gli esami previsti dal piani di studi, si dovranno superare degli esami propedeutici attinenti alle materie in cui si è risultati carenti o scarsamente preparati nei test.

Questi test sono molto diversi da facoltà a facoltà proprio perché ognuna ha un suo percorso e delle materie caratterizzanti attraverso cui si articola il processo formativo e, pertanto, ciascuna ha necessità di rilevare delle competenze specifiche. Diverse sono anche le modalità di risoluzione del gap qualora il test non fosse eccellentemente superato: alcune università, infatti, organizzano dei veri e propri corsi di recupero per i debiti acquisiti, altre, invece, possono prevedere anche un semplice colloquio motivazionale. C’è qualche università che invece si “anticipa sui tempi” è ovvia il problema ammettendo ai test preventivamente solo persone con un voto di diploma non inferiore a 75/100.

I test possono essere sia gratuiti che a pagamento. L’obiettivo primario dei test di orientamento è quello di capire l’effettivo grado di preparazione delle future matricole rispetto a quel percorso universitario per cui si candidano e per orientare cosi nella scelta della facoltà più giusta. In qualsiasi caso, numero chiuso o debito formativo, non c’è da spaventarsi ne da demotivarsi: l’importante e tenere sempre d’occhio le proprie motivazioni, i propri obiettivi e i propri sogni…il resto verrà da se. Basta crederci!

Pasqualina Scalea

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy