• Google+
  • Commenta
11 settembre 2010

Sistema universitario svedese

Dopo essere stati in Norvegia ci spostiamo di poco verso est e più precisamente andiamo in un altro paese scandinavo: la Svezia.

L’istruzione superiore in Svezia è suddivisa nelle seguenti tappe: formazione di base, formazione di perfezionamento e formazione alla ricerca. Il sistema attuale d’istruzione superiore è stato introdotto nel 1993 con una nuova legge sull’istruzione universitaria. Lo scopo principale della riforma era quello di conferire alle istituzioni accademiche maggiori poteri in materia di decisioni relative a programmi di studio e a norme locali di ammissione. In Svezia l’insegnamento superiore si svolge nelle università e nelle scuole superiori. In tutto il paese vi sono attualmente 33 università e scuole superiori, nonchè 26 scuole superiori della sanità. Gli studi universitari durano almeno due anni per il diploma di scuola superiore, almeno tre anni per il kandidatexamen e almeno 4 anni per il magisterexamen. La formazione professionale di livello superiore dura da 2 a 5 anni e mezzo. Alcune formazioni comportano esperienze di lavoro pratico in un relativo settore dell’industria o nel settore pubblico. La lingua d’insegnamento è per lo più lo svedese, ma gran parte dei testi obbligatori è in inglese; è quindi importante che lo studente abbia una buona conoscenza dello svedese e dell’inglese.
L’anno accademico comprende 40 settimane ed è suddiviso in due semestri. Il semestre autunnale va di solito da metà agosto a metà gennaio e quello primaverile da metà gennaio ai primi di giugno.

In riferimento all’ammissione, il candidato viene ammesso all’iscrizione se ha svolto un programma nazionale triennale presso un ginnasio o presso una scuola svedese o straniera equivalente. Le persone che risiedono in Danimarca, Finlandia, Islanda e Norvegia e che sono ammesse all’istruzione superiore nel paese d’origine, lo sono anche in Svezia. Tutti coloro che intendono iscriversi all’università o ad una scuola superiore devono possedere ottime conoscenze della lingua inglese.

Per quanto riguarda l’ammissione invece, gli studenti tutti sostengono una prova o test d’ingresso che però non può essere usato come unico criterio che sancisce o meno l’accesso. Al test si aggiungono altri criteri come: voti, risultato della prova di ammissione agli studi superiori, altre prove, formazione precedente, esperienza lavorativa, a tutto ciò possono aggiungersi altri criteri scelti dalle singole università. Inoltre come detto, oltre allo svedese, è obbligatoria la conoscenza dell’Inglese.

L’aspetto che è più interessante e che ci fa venir voglia di far crescere i nostri figli li è che l’istruzione statale superiore e universitaria è totalmente gratuita! A questo bisogna aggiungere che lo stato fa dei prestiti agli studenti, ad esempio se uno studente vuole cambiare città o deve farlo, che questi ultimi restituiranno solo dopo aver trovato lavoro.

Marano Virgilio

Google+
© Riproduzione Riservata