• Google+
  • Commenta
4 febbraio 2011

Un altro modello per le giovani donne: capacità e merito

Roma Tre cerca di offrire alle giovani donne un modello alternativo rispetto a quelli che si vedono steriotipati nei media, e caratterizzato da valori positivi come libertà, autonomia, potere, diritto, condivisione, cooperazione, responsabilità e relazione.

Questo modello è delineato a Roma Tre durante l’incontro: “Un altro modello per le giovani donne: capacità e merito”,organizzato per presentare il corso “In Genere, Costituzione e Professione”.

Da cosa nasce il bisogno di diffondere un modello diverso per le giovani donne lo spiega Francesca Brezzi,docente all’università di Roma Tre: l’idea si forma a partire un libro,leggero ma dai contenuti importanti, scritto da Vittoria Franco intitolato “Care ragazze”.

Afferma la senatrice del Pd:”io ho voluto dire alle giovani donne che i diritti di cui loro godono oggi non sono dati per natura ma sono frutto di conquiste nei secoli,negli anni nei decenni che si possono anche perdere”.

Ciò che lei sottolinea è l’importanza di coltivare i propri diritti al fine di coltivare la propria libertà. A confermare questa necessità sono le ricerche dell’Istat.
E’ da queste dimostrato,infatti,l’esistenza di modelli sbagliati o ancor peggio la totale assenza di questi; le donne italiane vivono una situazione difficile il cui sintomo è l’alto tasso di inattività feminile.

Per la precisione,una donna su due in Italia è inattiva.Nel mezzogiorno due su tre sono coinvolte da inattività o da non lavoro. Quindi,garantire opportunità di lavoro per le donne,ad esempio attraverso le manifestazioni,è di certo la cosa piu’ importante che un’organizzazione che rappresenta il mondo del lavoro deve fare.

Per superare questo stato di precarietà esistenziale,puo’ aiutare una legge che promuova il lavoro femminile.Si tratta infatti di un problema anche culturale che deve esser affrontato in primis dall’università,luogo di incontro e formazione.

Questo corso-spiega Fabrizia Somma presiente del comitato pari opportunità roma tre-ha già avuto una sua prima edizione.I temi che si trattano non son rivolti essenzialmente alle donne ma interessano tutta la nostra comunità.

Dunque,per realizzare meglio il sogno che ogni donna ha nasce questo seminario che ha come scopo,fra l’altro, quello di dare una speranza,fiducia nel futuro.


Roberta Nardi

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy