• Google+
  • Commenta
9 marzo 2011

La verità mascherata

L’ Italia versa in condizioni disastrose ma la verità è nascostaL’Italia sta attraversando una delle peggiori crisi della sua storia. La peggiore dal dopoguerra ad oggi. Milioni di Italiani versano in condizioni disastrose, al limite della povertà assoluta, le aziende sono in crisi, l’inflazione cavalca, il potere d’acquisto dei lavoratori è al minimo storico.

La politica vive un periodo di lenta agonia, dilaniata da lotte interne, da regolamenti di conti tra fazioni, da una pressante questione morale. La politica ormai è ridotta a un meretricio pubblico, a un campo dove orde di guerrieri famelici depredano la popolazione. Lentamente, si sta sfilacciando l’ unità, il tessuto sociale.

Si stanno radicalizzando posizioni deleterie, emergono rigurgiti razzisti e campanilistici. Il popolo inerme sta a guardare o reagisce sconsideratamente lasciandosi andare a sfoghi violenti, ad atteggiamenti qualunquistici. In tutto questo i media cosa fanno?. Scorrendo le pagine dei giornali, appare evidente che le principali testate italiane semplicemente servono i loro padroni.

Sul giornale di destra si assiste al killeraggio verso l’avversario, su quello di sinistra vien dato risalto a notizie negative sugli oppositori politici. In tutto questo spariscono le vere problematiche del paese. I telegiornali si occupano ogni giorno, d’altro. Dalle notizie leggere, passando per la cronaca nera, e rifugiandosi nella politica estera, i TG scivolano e si guardano bene dal trattare spione questioni socio-economiche. Ogni sera si assiste alla parata dei leader di destra e di sinistra, in una farsa carnevalesca dalle tinte tragi-comiche.

L’informazione sulla carta è libera ma, in realtà è legata a filo doppio al potere dominante, è al soldo dei partiti, è sotto schiaffo dei poteri forti. Il cittadino dovrebbe dunque acquisire conoscenze maggiori, documentarsi, per poter giudicare con più raziocinio obiettività ciò che sente e ciò che accade. Bisogna sfuggire dalla trappola ordita d chi comanda e decide.

I burattinai che tengono in mano le fila del paese, ci riempiono di TV spazzatura, alimentano le speranze del sogno italiano, nascondono e dissimulano con abilità. In sostanza si nascondono i fatti e si da spazio alle opinioni. I fatti nella loro logica stringente obbligano alla verità, le opinioni invece possono affermare tutto e il contrario di tutto.

Si prega di abolire i fatti per non disturbare le opinioni e il motto che vige. Parafrasando dei bei versi della canzone di Pierangelo Bertoli, ” Italia d’oro, cinta dall’alloro trovati una scusa tu se la vuoi”. Infatti, le scusanti sono finite occorre aprire gli occhi e reagire.

Vincenzo Amone

Google+
© Riproduzione Riservata