• Google+
  • Commenta
2 aprile 2011

A favore della pubblica ma ci si iscrive alla privata

Sono sempre di più i giovani che scelgono la Privata, certi che questa garantisca un miglior posto di lavoro. Apro la posta elettronica. Mi ha scritto il mio amico Francesco. Finalmente. Non avevo sue notizie da un po’.
Inizio a leggere: – Sono ormai giunto alla fine del mio percorso triennale – scrive.

Francesco frequenta l’Università degli Studi G. D’Annunzio di Pescara, iscritto al corso di Laurea in Economia e Finanza.
Entro pochi giorni si laureerà alla Triennale. E dopo ??

Continua Francesco – le opportunità e le facoltà, in questo Paese, per uno studente di economia sono infinite; eppure, siamo realisti: esigiamo l’impossibile!“.

Mi parla della Bocconi di Milano, poi di un corso, tra i più famosi d’Italia, offerto dall’Università di Siena. In ultimo nomina l’Università di Roma, e mi racconta di come questa rappresenti la possibilità da lui prediletta.

A questo punto i suoi racconti si volgono verso una riflessione: Università Pubblica o Privata ??

Scrive Francesco – L’Università Pubblica italiana funziona; sono sempre stato un fermo sostenitore dei “nostri” metodi d’insegnamento e dei “cervelli” che li applicano. Se da un lato è vero che l’Università Privata garantisce, attraverso contatti di sponsorizzazione con aziende di vario calibro, un posto di lavoro alla fine del percorso formativo; è altrettanto vero che bisogna faticare parecchio per mantenere quello stesso posto in virtù delle lacune che, una didattica “permissiva” e troppe volte sottomessa al potere della retta annuale, lasciano“.

Ho trovato interessante riportare queste parole, perché penso che possa essere d’aiuto a molti, che in questo periodo si trovano ad affrontare le stesse perplessità.

I ragazzi che escono dalla Maturità avvertono la necessità di intraprendere un percorso che dia loro il maggior senso di sicurezza possibile per il domani, la certezza che quel determinato percorso sia davvero finalizzato al mestiere per il quale si ha studiato.
Ed ecco il perché dell’Università Privata.. ..sempre per chi può permettersela.

E gli altri ??
Per gli altri c’è la Pubblica, una Pubblica che arranca, destinata a sentirsi oggi una seconda scelta.

La questione è: siamo davvero sicuri che l’Università Privata garantisca una migliore formazione??

Onestamente non credo. E allora perché i giovani maturandi sono sempre più orientati verso la scelta di un’ Università Privata ?? Per un posto di lavoro ??
Forse sì, ma mi chiedo: ne vale davvero la pena ??
Le statistiche confermano che negli ultimi anni, neanche l’Università Privata riesce più a garantire un posto di lavoro sicuro, o comunque le probabilità di trovare lavoro si sono ridotte anche per i giovani laureati alla Privata.

Il punto è: se ci basassimo soltanto su questo, se la scelta dell’Università finisse per basarsi soltanto sul posto di lavoro, allora diventerebbe forse un esamificio, e le sottrarrebbe quel significato più ampio, e decisamente più nobile che vede il sistema scolastico universitario come istituzione scientifico-didattica e culturale che rappresenta il più alto livello d’istruzione.

Credo che l’obiettivo ultimo sia quello di apprendere in pochi anni, il maggior numero di insegnamenti, senza escludere quelli che non sono meramente informativi e nozionistici.
E credo che questo dipenda molto di più dalla persona che dal nome che porta la facoltà.

Concludo con le parole del mio amico Francesco, che un po’ come me, percepisce l’Università come un percorso formativo che va fatto un po’ dimenticando il domani, ma con la passione e la curiosità di chi ha voglia di imparare.

Non m’importa se la burocrazia è lenta, se le aule sono vecchie e la tecnologia obsoleta, i laureati italiani, come dimostrano gli studi condotti dalle agenzie internazionali, al momento della laurea sono i più prepararti d’Europa.
Certo, non troveranno un posto di lavoro, ma questa è un’altra storia
“.

Margherita Teodori

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy