• Google+
  • Commenta
25 aprile 2011

Insegnamento e TFA per la nuova abilitazione dei docenti di terza fascia

Nella nuova riforma Gelmini è previsto un anno di tirocinio attivo per conseguire l’abilitazione. Solo i “sicsini” sono fuori dal TFA ,nel senso che il quiz e la prova orale per potervi accedere, loro non lo faranno, ma sono gli unici! Tutti coloro invece che sono in terza fascia (neolaureati) o docenti che insegnano da anni ,anche post 365 ore di supplenze(che prima bastavano per essere abilitate) dovranno necessariamente mettersi in regola con il nuovo decreto! Le indiscrezioni strappate ad un componente del Miur parlano del grande concorso per accedere al TFA a Marzo del 2012, un anno scarso dunque, per potersi mettere in regola con i titoli di accesso che servono oltre alla laurea magistrale, come requisiti base e partecipare ai quiz del tfa: B2 di inglese, 20 crediti inerenti al sostegno, patentino europeo pc.

Le classi di insegnamento sono diverse da quelle che c’erano prima,meglio informarsi sulla propria.Si potrà accedere ad un tfa per volta,concorrendo per una sola classe di insegnamento, dopo di che nel caso si rientrasse (visto che è a numero chiuso) e lo si vincesse, si attiva in una scuola con un docente di 1 fascia che fa da tutor , un anno di tirocinio. Alla fine dell’anno previa relazione finale del tutor in merito allo stagista si espleterà il tutto con una tesi finale.Il fatto è che dopo il tfa gli ostacoli non finiscono,dopo il tfa ci si puo’ ritenere semplicemente abilitati e inseriti in una graduatoria, ma quanto lunga?

E i concorsi ? L’ultimo in gazzetta è stato bandito 10 anni fa! Le università apriranno i battenti per le iscrizioni per la prova, ma per il momento non sono ancora informate, meglio rivolgersi a i sindacati.

Rossella Dello Iacono

Google+
© Riproduzione Riservata