• Google+
  • Commenta
24 giugno 2011

Alberto Moravia saggista: un ritorno a ieri per il domani

Alberto Moravia
Alberto Moravia

Alberto Moravia

Alberto Moravia saggista: un ritorno a ieri per il domani

“La protezione dell’ambiente è dopo tutto, qualche cosa che sfiora il pericolo atomico, perché subito dopo la minaccia nucleare, viene quella ecologica. Anzi la minaccia ecologica è già in atto; la fine della Terra è già cominciata”

Sembrano proclami propagandistici anti-nucleare degli ultimi mesi. Parole pronunciate nelle università italiane sul nucleare e la possibile minaccia che può portare. Ebbene no, sono parole dello scrittore Alberto Moravia, pronunciate nel Settembre 1984, prima di essere eletto parlamentare europeo. Ultimamente c’è stata, nelle università italiane, la riscoperta di questo intellettuale e scrittore, come il recente “Alberto Moravia e Pier Paolo Pasolini al cinema” a cura dell’Associazione Fondo Moravia in collaborazione con l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” o la mostra moraviana in cui il professor Raffaele Manica, docente di letteratura italiana nella stessa università, ha incorniciato, ad esempio, il rapporto tra la città di Roma (uno sguardo sull’urbe da parte di Moravia, diversa dalla vita dentro Roma come l’ha intesa Pasolini) e il romanziere.

E’ importante dunque ricordare la battaglia che Alberto Pincherle intraprese fino ala fine degli anni 80 parlando degli effetti del nucleare in articoli, riviste, saggi che successivamente sono stati raccolti da Renzo Paris, in un volume edito da Bompiani “L’inverno nucleare“.
Delle battaglie etiche, di pensiero, da discuterne negli ambienti accademici, partendo da ciò che è stato scritto ieri, che può servire per il domani.

Quello dello scrittore romano è un impegno, una battaglia da cui non ha potuto e saputo sottrarsi, come cittadino, scrittore e persona che ha vissuto nel suo tempo con piena coscienza e responsabilità morale. Ma un impegno nè da giornalista nè da italiano, ma da semplice membro della razza umana.

“E’ uno strano divertimento sentirsi dire che può accadere, da un momento all’altro, che moriremo tutti bruciati vivi”

E’ questa una piccola parte del volume sul nucleare dello scrittore, in cui si è confrontato con le nazioni belliche Germania e Giappone, scrivendo ad esempio le Lettere da Hiroshima, dove ha ha descritto la portata devastante della bomba atomica lanciata sulla nazione nipponica, e i suoi effetti nucleari anni dopo.

E’ di particolare importanza questo pensiero dello scrittore sulla scienza e i progressi avvenuti fino ad oggi, ed oggi più che mai sono attuali : “Tutto quello che abbiamo fatto finora per secoli e secoli ci porta a perire come formiche spruzzate dall’insetticida”

Partendo dunque dalla consapevolezza che la razza umana è protesa verso l’autodistruzione, lo scrittore si augura che nell’uomo si possa innestare un profondo cambiamente interiore, una consapevolezza che già troviamo, prima de “L’inverno nucleare“, nel suo romanzo “L’uomo che guarda“.

Oltre il cambiamento interiore dell’uomo, il pensiero del Moravia saggista e giornalista deve ritornare in auge ed essere approfondito nelle Accademie ed Università italiane perchè offre spunti ancora attuali, riflessioni che sembrano essere scritte per la situazione di oggi. Per una primavera anti-nucleare. In Italia e altrove.

“Talvolta, ho la sensazione sconcertante che l’umanità in qualche momento della sua lunga storia, abbia sbagliato strada, per esempio ai tempi del Rinascimento, cioè agli inizi del pensiero scientifico moderno, e abbia imboccato il cammino irreversibile della propria estinzione

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy