• Google+
  • Commenta
11 luglio 2011

Novità riforma: test d’ingresso in lingua a Milano, Pavia e Roma

Sono sempre più frequenti i corsi di laurea in inglese, progetti sperimentali per velocizzare il processo di internazionalizzazione universitaria al fine di attuare collaborazioni fruttuose con l’estero.
Anche quest’anno come ogni estate arriva il momento della scelta, il percorso universitario segna tangibilmente il sentiero da percorrere che potrebbe essere quello di tutta una vita. Molte delle facoltà tra le più richieste tra i giovani hanno un test d’ingresso da superare per essere ammessi ed iniziare a frequentare i corsi scelti.

La novità di quest’anno riguarda in particolare gli atenei di Roma, Milano e Pavia. La notizia giunge da palazzo Chigi, durante una conferenza stampa il ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini avrebbe infatti dichiarato l’intenzione di istituire test d’ingresso in lingua. Sono sempre più frequenti i corsi di laurea in inglese, progetti sperimentali per velocizzare il processo di internazionalizzazione universitaria al fine di attuare collaborazioni fruttuose con l’estero.

Il progetto è in via sperimentale ma i test d’ingresso che è stato elaborato in collaborazione con l’Università di Cambridge si svolgerà contemporaneamente a Milano, Pavia, Roma e nella stessa Cambridge il 9 settembre prossimo.

Durante la conferenza, il ministro ha inoltre evidenziato il nuovo test d’ingresso come una delle novità della nuova riforma, insieme all’aumento del 20% dell’importo per gli assegni di ricerca, lo sblocco delle procedure di abilitazione scientifica nazionale, e nuove idee per favorire ulteriormente il processo di internazionalizzazione

Valentina Quaranta

Google+
© Riproduzione Riservata