• Google+
  • Commenta
21 agosto 2011

La protesta al Teatro Valle non va in vacanza

E bene si, continua l’occupazione di uno dei più prestigiosi teatri romani che vede la sua luce nel lontano 1727 e che ormai da un paio di mesi è stato fermato dopo la dimissione dell’ETI.

Il teatro ha vissuto una trasformazione senza precedenti, oggi è uno spazio artistico popolato da attori danzatori e musicisti ma anche del popolo romano.
Uomini e donne che non accettano che il teatro venga lasciato in balia di una burocrazia confusa e carcerato dalle norme di un decreto finanziario.

Gente sensibile che ha deciso di difendere un teatro che ha 284 anni di vita lasciando da parte il mare e le vacanze. Artisti e studenti che stanno dando una nuova vita al teatro e che lui stesso è diventato la loro casa, lasciata però sempre aperta a gli ospiti di passaggio.

Quello che si sta creando è un vero e proprio esempio che gli occupanti voglio lanciare all’Italia, perché la gestione dei beni e delle risorse culturali è in pericolo in tutto il Paese, non è ristretta al singolo teatro.

Quello che vogliono è: come dice Margherita, attrice e cantante un buon motivo per lasciare il teatro Valle, in buone mani, “Abbiamo avuto un buon motivo per entrare qui e restarci, ora ci serve un buon motivo per andarcene” .

Nel frattempo registi, autori, tecnici e macchinisti si danno da fare organizzando corsi e incontri per studenti e non solo che hanno voglia di imparare l’arte del teatro.
Il sabato in platea c’è la possibilità di consultare i testi teatrali della biblioteca creata dagli occupanti e sempre diversi sono gli spettacoli tutte le sere dalle 21 a mezzanotte circa.

Questo è un modo per dire: BASTA è ora di dare un taglio alla sofferenza culturale e gli occupanti ce la stanno mettendo tutta, chiedendo che il Valle resti un teatro pubblico.

Non accettano che sono bastati i tagli del ministro dei Beni e le Attività Culturali a bloccare un pilastro dell’arte italiana. Loro vogliono un teatro pubblico “un bene comune, con un diritto soggettivo e un finanziamento dedicato alla gestione delle attività, nelle forme di ente o di fondazione“.

E voi?

www.teatrovalleoccupato.it

Maria Teresa Violi

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy