• Google+
  • Commenta
29 agosto 2011

ROMAEUROPA 2011

Torna l’appuntamento con il ROMAEUROPA FESTIVAL, dal 7 Ottobre al 30 Novembre 2011 : più di 150 artisti, oltre 20 paesi del mondo, più di 15 location diverse della Capitale.Dal 7 ottobre al 30 novembre si svolge la nuova edizione del Roma Europa Festival, fiore all’occhiello della stagione culturale Laziale.

Anche quest’anno un cartellone eccezionale per l’edizione 2011 del Festival.
Dislocato in molteplici location, dal Teatro Olimpico all’Argentina, dal Vascello all’Auditorium Conciliazione, due mesi di arte contemporanea che grazie alle nuove tecnologie, alle arti visive, la danza, la musica e il teatro, racconteranno il mondo odierno in molteplici sfaccettature e soprattutto lontano dalle convenzioni.

Una programmazione di prim’ordine che vede una partenza straordinaria con il maestro della danza contemporanea orientale Saburo Teshigawara che con “Obsession” porterà in scena uno spettacolo su Eros e Thanatos, le pulsioni di vita e morte che regnano sull’agire degli esseri umani; dal 12 al 20 novembre Romeo Castellucci e la Societas Raffaello Sanzio racconteranno il loro “Velo Nero del Pastoredi Nathaniel Howthorne; Ricci – Forte dal 25 Ottobre al 3 Novembre presenteranno “Wunderkammer Soap” al Macro; e Peter Brook dal 17 al 27 Novembre sarà al Teatro Argentina con lo straordinario “Flauto Magico” di Mozart raccontato lontano dalle convenzioni dell’opera, dove su di una scenografia quintessenziale sette giovani cantanti e due attori narratori vanno alla ricerca di quanto c’e’ di ineffabile e intimo dell’ultimo lavoro di Wolfgang Amadeus Mozart.

E ancora, la rimusicazione di “Metal Machine Music” di Lou Reed, l’improvvisazione pianoforte – titoli finanziari di Uri Caine, la danza straordinaria di Jan Fabre e di Hofesh Shechter, le suggestioni etniche della rassegna interna “Corpi Resistenti”, e i nomi straordinari di Trysha Brown, Dv8 e di Antonio Pappano sono gli assoluti protagonisti di un percorso culturale che porterà Roma e i suoi spettatori a un vero e proprio salto di qualità culturale.

Try the Impossible” è il tema di quest’edizione che sembrava destinata ad essere una missione impossibile, in un momento di contingenze culturali ed economiche delicate, dove la società è ormai sfaldata tra chi ha troppo e chi troppo poco e dove la politica sembra un continuo accusarsi e pestarsi i piedi l’un l’altro.

“Abbiamo avuto tutti molta paura” scrive Monique Veaute, Presidente della Fondazione Romaeuropa, a causa dei foschi tagli ai finanziamenti dello Stato, un Ministero dei Beni e delle Attività Culturali imputato e le conseguenze di una crisi economica mondiale, condannavano a morte e infrangevano il sogno di un possibile futuro.

L’incubo fortunatamente non è durato e grazie allo sforzo di tutte le Istituzioni, dalla Regione alla Provincia al Comune, e dello sponsor ufficiale di Telecom Italia; Romaeuropa ha potuto, una volta di più, raccogliere la sfida e tentare l’impossibile.

A dimostrazione che laddove si lasciano a casa le contrapposizioni destra – sinistra e prevale invece il bene comune, in questo caso la cultura, nascono per forza cose positive. Per tutti.

Tutto il programma del Festival e’ consultabile sul sito del Roma Europa al seguente Link: http://romaeuropa.net/festival/programma/

Giulia Migliola

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy