• Google+
  • Commenta
4 settembre 2011

I Cortili della Storia 2011, XV Edizione

Grande fermento, anche quest’anno, per la XV Edizione de “I Cortili della Storia”, la tradizionale manifestazione che tra i giorni di sabato 17 e domenica 18 Settembre andrà in scena a Sant’Egidio del Monte Albino (SA), Campania.

L’edizione 2011 propone subito una novità: l’Amministrazione comunale, con delibera di Consiglio Comunale n.15 del 11 luglio 2011, ha fatto richiesta al Club dei Borghi più Belli d’Italia, il Club dei Comuni che vantano centri storici di qualità, di accogliere nel novero dei centri storici più belli del nostro paese lo splendido borgo campano.

Un piccolo, grande passo che consentirà di continuare, stavolta ad un livello superiore, l’opera di valorizzazione e rilancio del centro storico di Sant’Egidio.

Ma veniamo alla manifestazione.
Si tratta della rievocazione di un’antica festa popolare, la cui storia si snoda a cavallo tra il Basso Medioevo e il XVI secolo.
Particolarmente suggestiva l’ambientazione, che ricrea momenti di vita di quel tempo, ricostruiti con assoluta accuratezza storiografica e gusto per la coreografia.

L’impressione che ne deriva è quella di una sorta di viaggio à rebours, tra l’atmosfera cortese dei cortili e l’allegria delle piazze in festa.

Ad accoglierci all’interno dei cortili, figuranti in abiti d’epoca che ci proporranno l’assaggio di alcune pietanze tipiche del posto, preparate secondo antiche ricette (il “fusillo sangiliano” , la pasta di “sciuanelle”, la pizza di granone col pomodorino).

Un calendario ricchissimo. Come da tradizione è, infatti, previsto l’allestimento dei cosiddetti “cortili dei cunti”, al cui interno il visitatore potrà assistere alla narrazione e rappresentazione di antichi fatti realmente accaduti nei casali di Sant’Egidio.

Mentre in altri cortili, quelli detti “del fuoco”, il turista potrà ammirare l’antica arte della “pietra focaia”, cui si accompagnerà l’emozionante spettacolo degli sputafuoco.

Non mancherà neppure stavolta la consueta Fiera delle antiche arti e mestieri, fiera che raggiungerà il suo momento culminante nella tradizionale “esposizione didattica sul baco da seta”.

Per l’occasione sarà predisposta una filanda per la produzione del filato di seta con annessa dimostrazione della tessitura a telaio, fino alla tintura delle matasse e dei tessuti di seta con metodi naturali.

Protagonisti ancora una volta i “cordari” ed il tornio per legno, il fabbro e l’armaiolo con la forgia a mantici, il mugnaio, la pietra focaia e l’accensione del fuoco, la pergamena animale e la concia delle pelli, la zecca, con forno e fusione del metallo sul posto.

Ciliegina sulla torta il “Torneo di tiro con l’arco medievale” a cura dell’Associazione Culturale “I Cavalieri del Giglio”.
Il turista potrà, infatti, prendere a combattimenti e a scontri tra cavalieri, a dimostrazioni dell’arte della spada e dello scudo, mentre il gruppo di arcieri darà vita al torneo vero e proprio.

Ma la grande novità, quest’anno, riguarda il gruppo falconieri “De Arte Venandi” di Melfi che offrirà ai visitatori le spettacolari esibizioni dei maestosi rapaci impegnati nell’intramontabile arte della falconeria, vero e proprio pallino del grande Federico II di Svevia.

Per il programma e le altre informazioni del caso rimandiamo al sito internet: www.prolocosantegidio.it

Matteo Napoli

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy