• Google+
  • Commenta
22 settembre 2011

Scuole e Università: intermediari per il mercato del lavoro

Da oggi in poi scuole e università non si limiteranno solo a formare le nuove generazioni ma avranno “l’ obbligo di interconnettersi a ClicLavoro e conferire i dati e le informazioni utili relative al monitoraggio dei fabbisogni professionali e al buon funzionamento del mercato del lavoro, raccolti nell’esercizio dell’attività di intermediazione”.

Questo è quanto pubblicato nel nuovo decreto ministeriale stipulato tra il Ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, e il Ministro dell’Istruzione, Maria Stella Gelmini lo scorso 20 settembre.

Le Scuole autorizzate alle attività di incontro tra domanda e offerta di lavoro –si legge nel decreto- pubblicano sui siti istituzionali i curricula dei propri studenti all’ultimo anno di corso e fino ad almeno dodici mesi dalla data del conseguimento del titolo di studio. Le Università autorizzate alle attività di incontro tra domanda e offerta di lavoro-si continua a leggere nel Dm- pubblicano sui siti istituzionali i curricula dei propri studenti dalla data di immatricolazione e fino ad almeno dodici mesi dalla data del conseguimento del titolo di studio”.

Quindi i nostri curricula oltre ad essere pubblicati sul portale cliclavoro.gov.it dovranno essere pubblicati anche nel sito degli istituti superiori e degli atenei.

In questo modo il Decreto avrà un duplice obiettivo avvicinare i giovani al mondo del lavoro e stimolare allo stesso tempo un’attenta riflessione per gli istituti di formazione e l’adattamento dei percorsi di studio ai fabbisogni professionali.

Dora Della Sala

Google+
© Riproduzione Riservata