• Google+
  • Commenta
20 ottobre 2011

3… 2… 1… TG CAMPUS!

Fare informazione e fare televisione sono due concetti che, in Italia, molto raramente riescono a risultare paralleli e complementari. TG Campus sta per nascere ufficialmente e già si è dovuto scontrare con i primi grandi ostacoli legati a meccanismi burocratici che hanno rallentato la sua messa in onda (di cui ci scusiamo con i nostri futuri telespettatori e compagni di viaggio). Ciò nonostante, il 24 Ottobre la nave TG Campus salperà e il suo principale scopo sarà quello di dare sempre una corretta e giusta informazione sul mondo universitario e non solo, ricordando all’Italia e a chi lavora in questo settore, la sua PRIMARIA importanza che gli dà sempre diritto a uno spazio tra le notizie in primo piano.

Poco prima della partenza, abbiamo intervistato la Responsabile di TG CAMPUS, Alessandra Lombardi e il Responsabile Audio-Video, Elio di Pace.

Cara Alessandra, che effetto fa poter coordinare il primo TG nazionale dedicato al mondo degli universitari?

È sicuramente una bellissima esperienza per me poter coordinare un TG che si rivolge ad un mondo, quello universitario, dal quale sono uscita da poco tempo e che mi consente quindi di guardarlo da un altro punto di vista, quello non più di semplice studentessa, ma di giovane laureata alle prese con il mondo del lavoro che sappiamo essere oggi una cosa non tanto semplice…

Caro Elio, in seguito alle tue diverse esperienze professionali, come mai hai scelto come nuova sfida quella di TG CAMPUS?

Mi attrae molto l’idea di potermi mettere in gioco confezionando, insieme a ragazzi preparatissimi, un prodotto giornalistico interamente nostro, senza nessun tipo di limitazioni o dipendenze, pensato, organizzato e realizzato autonomamente. È una grande sfida perché con noi di Tg Campus nasce anche la web tv del giornale; certo, facciamo sempre parte della “Grande Madre Controcampus” ma avremo delle responsabilità diverse, e il nostro obiettivo è quello di diventare un appuntamento imperdibile per gli studenti e non solo: vogliamo che il lunedì sia il giorno di Tg Campus, i nostri spettatori dovranno aspettarlo con ansia.

Come è nata la tua avventura all’interno di Controcampus? E… come mai hai accettato questo ruolo?
Ale: Ho studiato e mi ha sempre affascinato il mondo della comunicazione nelle sue varie sfaccettature (giornali, radio, tv) per cui, avendo già esperienze nel mondo televisivo e radiofonico e avendo già conosciuto Controcampus durante il mio percorso universitario, accettare il mio attuale ruolo di responsabile della neonata web tv non ha potuto che rendermi ancora più entusiasta di mettere alla prova le esperienze fatte finora in questo campo, oltre che a continuare ad arricchire il mio bagaglio personale. Devo ammettere che essere il “punto di riferimento” televisivo della realtà universitaria del nostro Paese fa un certo effetto!

Elio: Non potrò mai dimenticare l’incontro con il direttore Mario Di Stasi una sera a casa di una mia cara amica. Mi parlò di Controcampus, che io già conoscevo in quanto fonte di informazione universitaria al completo servizio degli studenti, e accettai inizialmente l’incarico di responsabile della redazione di Salerno per poi passare alla redazione web tv, che si sposa benissimo con il mio patologico attaccamento a telecamere e sale di montaggio.

Quali sono i passi che state facendo per realizzare un Telegiornale?

Ale: Ogni settimana facciamo una sorta di “selezione” tra le centinaia di notizie che ci preparano i nostri articolisti e redattori, garantendo sempre, per ogni puntata, notizie “fresche”. Inoltre, i nostri inviati provenienti dai vari atenei italiani si impegnano a fornirci sempre servizi che provvedono a realizzare loro stessi, sia all’interno delle università dalle quali provengono, che all’esterno, garantendoci la loro presenza in caso di manifestazioni o eventi rilevanti.

Elio: Insieme a Mario e Ale abbiamo delineato un modus operandi calcolato fin nei minimi dettagli: dalla preparazione della “scaletta” fino alla fase finale di assemblaggio dei servizi e delle registrazioni in studio tutto procederà come un marchingegno ben oliato. Sostanzialmente si tratterà di un grande collage di video e audio: reperiamo notizie (e relative immagini girate dagli studenti stessi) da tutti gli atenei e poi monteremo il materiale secondo il menabò che prepariamo durante la settimana, cercando di dar vita a un prodotto organico, che sia esaustivo, non noioso e di agile fruizione.

Qual è la tua idea del “fare informazione” e come pensi di tradurla all’interno di TG CAMPUS?

Ale: TG Campus è un telegiornale universitario dinamico,veloce, che basa la sua idea di fare informazione su quella che è comune a tutti noi giovani: un’informazione pulita, trasparente, scevra da qualsiasi schieramento politico e soprattutto chiara: un linguaggio semplice, per non risultare di difficile comprensione, ma allo stesso tempo efficace e accattivante. Insomma, ci sono gli ingredienti giusti per avere un ottimo prodotto!

Elio: Oggi fare informazione è diventato difficilissimo proprio perché, paradossalmente, di informazione ce n’è troppa: non ci vuole certo un sociologo per capire che il giornalismo è diventato vittima degli strumenti che ha a disposizione. Noi siamo abbastanza fortunati, perché abbiamo individuato e fidelizzato un target ben preciso, e cioè gli studenti universitari: loro sanno che se hanno bisogno di sapere cosa succede in tutti gli atenei d’Italia (e non solo), possono contare su di noi. Il mezzo televisivo (web-televisivo, nel nostro caso) può solo potenziare questo nostro servizio. Ovviamente ci caliamo anche noi nello spirito del tempo: gli studenti di tutti gli atenei confezioneranno essi stessi le notizie, inviandoci tesi e/o immagini, e questo sarà uno dei punti di forza di Tg Campus.

Cosa pensi possa fare TG CAMPUS per aiutare gli studenti e chi vive il mondo universitario?

Ale: Uno dei punti di forza di TGCampus è la sua immediatezza: in soli 15 minuti circa, lo studente/ spettatore viene informato sulle notizie più importanti del mondo universitario e su ciò che gli è strettamente legato , quindi sicuramente TG Campus può paragonarsi ad una sorta di “vademecum” dello studente!

Elio: Nulla di troppo diverso da quanto non faccia già il sito internet: solo che avremo dalla nostra la maggiore forza attrattiva delle immagini e del suono rispetto alla parola scritta. Si tratta per lo più di una questione di fruizione: cerchiamo di mettere ordine tra le notizie della settimana, dare loro una struttura e presentarle in maniera semplice e diretta.

E se qualcuno volesse collaborare con voi?

Ale: E’ semplicissimo: basta mettersi in contatto con la nostra redazione che provvederà ad inoltrarmi tutte le richieste dei nuovi aspiranti collaboratori. Ogni cv che riceverò sarà visionato attentamente e mi metterò in contatto con ogni ragazzo intenzionato ad entrare a far parte dello staff della nostra web tv. Sul nostro sito www.controcampus.it ci sono tutti i dettagli per capire come iniziare questa collaborazione. Controcampus apre le porte a tutti coloro che si dimostrano appassionati e volenterosi!

Quali obiettivi ti sei prefissato per questo TG?

Ale: L’obiettivo principale è sicuramente quello di soddisfare in pieno la curiosità e l’interesse dello studente sulle tematiche universitarie…e non solo! La nostra avventura parte la prossima settimana e più andremo avanti con le puntate, più nasceranno nuovi obiettivi che saremo contentissimi di soddisfare!

Elio: Ho già scoperto le carte all’inizio: dal punto di vista tecnico siamo già rodati, ora non ci resta che costruirci il nostro seguito e diventare un punto di riferimento per l’informazione universitaria. Ripeto: il lunedì non deve essere più solo il lunedì; deve essere il giorno in cui esce una nuova edizione del Tg Campus.

Tommaso Ceruso

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy