• Google+
  • Commenta
13 ottobre 2011

FOTOGRAFIA: Festival Internazionale di Roma

Fotografia Festival Internazionale di Roma al Macro di Testaccio.Grandissimo successo nei giorni inaugurali di Fotografia Festival Internazionale di Roma con oltre quattromila persone per l’apertura al Macro Testaccio, dove moltissimi fotografi e curatori da tutto il mondo presenziavano alle mostre e ai successivi due giorni di incontri.

Il mondo della fotografia ha abitato Roma con incontri, feste, presentazioni, book signing e moltissime mostre sul tema “motherland”, filo conduttore della decima edizione del festival.

Motherland come madre terra, rapporto tra terra ed identità, territorio e valori, radici e complessità del vivere contemporaneo.

Il festival promuove la fotografia contemporanea nelle sue diverse forme e linguaggi, valorizzando talenti emergenti.

Un progetto che festeggia quest’anno la decima edizione e che conferma la crescita di prestigio a livello nazionale e internazionale, e l’attenzione sempre più concreta alle produzioni originali per promuovere la fotografia contemporanea.

Centro nevralgico del festival saranno, per il secondo anno consecutivo, gli spazi del Macro a Testaccio, cui faranno da cornice i numerosi progetti collegati e le mostre del Circuito 2011, ospitate in varie sedi espositive sparse per tutta la città.

Tanti i progetti presentati che raccontano diverse visioni del rapporto tra i fotografi e le loro motherlands; come “Wherever i lay my camera down is home” a cura di Paul Wombell in cui cinque fotografi presentano le loro opere sul bisogno di trovare asilo; “Sound of Water” in cui l’elemento dell’acqua è il legante unisce cinque autrici quali Rinko Kawauchi, Lieko Shiga, Asako Narahashi, Yumiku Utsu, Mayumi Hosokura; “The place where i belong” a cura di Marc Prust che espone il lavoro di quattro fotografi alla ricerca della propria identità nelle rispettive madrepatrie; e tanti tanti altri.

Due importanti novità arricchiscono ulteriormente questa edizione: la proiezione di 15 progetti di giovani fotografi emergenti provenienti da tutto il mondo, selezionati nel “Call for entry 2011” dalla direzione artistica del Festival; e il concorso Wine Wiews in collaborazione con il Gambero Rosso e Art Tribune: la ricerca di nuove immagini per sviluppare un rapporto sempre più stretto tra il mondo dell’arte e quello del vino.

Il festival è stato inaugurato il 23 settembre e si chiude il 23 ottobre, quindi c’è ancora tempo per perderci in territori stranieri e lontani attraverso la fotografia.

MACRO Testaccio – Piazza Orazio Giustiniani, 4

Aperto da martedì a domenica dalle 16:00 alle 24:00

Biglietti: 5 euro intero, 3 ridotto.

Giulia Migliola

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy