• Google+
  • Commenta
21 ottobre 2011

Quali sono le “neolauree” più gettonate a Roma e Milano?

Primi giorni di corsi e primi risultati tutti da commentare per gli appassionati delle statistiche e degli indici di gradimento accademico.

Quali sono le “neolauree” più gettonate a Roma e Milano? Due classifiche nuove di zecca fotografano la situazione di questi mesi.

Cominciamo dalla Lombardia, dove un’indicazione al proposito ci arriva da un’anticipazione dell’indagine Stella sui giovani che si sono laureati nel 2010 all’Università di Milano Bicocca.

Gli “specialistici” più richiesti? I medici: il tasso d’impegnati sfiorava l’82% a giugno, quando sono stati raccolti i primi dati. Ma seguono a ruota gli statistici e, “solo” al terzo posto, i dottori in Economia: poco meno del 77% gli occupati tra loro.

Anche per chi è “uscito” da Scienze della Formazione c’è mercato: la fetta con un impiego al termine del primo semestre raggiunge quasi il 70%.

Subito dopo sociologi e laureati in Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali (che comprendono Informatica): si fermano intorno al 65%. Più complicato è, invece, l’inserimento dei ragazzi che hanno scelto Psicologia: solo uno su due aveva un lavoro a giugno. E peggio ancora va a chi ha puntato su Giurisprudenza: si scende a uno su tre.

Ovviamente al quadro va aggiunta, e nelle prime posizioni, Ingegneria, facoltà che non è presente in Bicocca, ma è tra le “più amate” dalle aziende. Infatti, secondo i dati più recenti in mano al Politecnico di Milano (che però, va detto, risalgono al 2008, dunque al periodo pre-crisi), vanta un 94% abbondante di occupati a un anno dal titolo (di cui circa tre quarti già a quattro mesi). Peraltro nella stessa rilevazione del Polimi anche architetti e designer “impegnati”, sempre a 12mesi, superano l’80%.

Le cose cambiano un po’ nel centro Italia. Una freschissima ricerca di Soul, (sistema d’orientamento università e lavoro che comprende otto atenei laziali) sulle lauree più richieste assegna, infatti, la pole position a Economia. Subito dopo nella classifica, che si basa su oltre 1200 offerte di lavoro pubblicate sul portale Jobsoul tra il primo gennaio e il 30 settembre di quest’anno, viene Ingegneria: entrambe le facoltà sono “indicate” in più di quattro vacancy su 10.

Poi Informatica: tre su 10 (va considerato che le posizioni aperte possono anche essere ricoperte da lauree di diverso tipo). Meno ricercata Comunicazione (oltre due su 10), che supera Ingegneria dell’Informazione e Giurisprudenza, ma di poco. Seguono, quasi a pari merito, Statistica e Scienze Politiche (1,5).

C’è un illustre assente: Medicina, il capoclassifica di Milano Bicocca. Potrebbe sembrare strano, che tra le offerte di lavoro postate dalle aziende su Jobsoul, abbia solo il 6,5% delle “preferenze” (meno di Psicologia, sopra all’8,5%). Ma una spiegazione plausibile c’è.

Ed è molto semplice: i laureati di area medica hanno altri canali d’inserimento, a cominciare dagli ospedali.

Siamo sinceri : molti di questi non diventeranno carismatici maghi del bisturi ma di sicuro non dovranno mai attaccarsi alla canna del gas come purtroppo accade alla maggioranza degli alloromuniti nelle discipline umanistiche.

Gaetano Santandrea

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy