• Google+
  • Commenta
17 novembre 2011

Francesco Profumo si presenta: “Ascolterò Studenti e Ricercatori”

Nuovo Governo vecchi problemi. Questa è purtroppo la triste realtà italiana.

Infatti nemmeno il tempo di ricevere le consegne dell’ex titolare del dicastero di viale Trastevere, che per Francesco Profumo – neo Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – nominato dal neonato governo di Mario Monti, si annuncia già il primo test impegnativo al quale è chiamato a rispondere.

Oggi per le strade di Roma e delle maggiori città d’Italia, ( Milano, Napoli, Torino, Genova, Palermo) e non solo, c’è da fronteggiare uno sciopero indetto dai Cobas di protesta ai quali hanno preso parte tutti i lavoratori/trici dipendenti ai quali si è unito un foltissimo gruppo di studenti, – sia per le vie della capitale che nelle altre città – contro il Governo Monti

Una protesta proprio perchè – secondo i vertici dei Cobas – con il nuovo governo bipartisan, non ci saranno buone nuove per la categoria dei lavoratori.

Un discorso che si allarga anche e purtroppo per tutta la classe studentesca ed universitaria del nostro Paese. (Sono sempre più pressanti le questioni che riguardano la questione del reclutamento degli insegnanti per le scuole di ogni ordine e grado, oltre alla recente riforma universitaria). Questo solo per fare qualche esempio.

A tal proposito, il Ministro Profumo, in un suo intervento ha detto: ” L’Istruzione rappresenta un diritto di ogni popolo che voglia dirsi civile. Le Università allo stesso modo rappresentano un punto di eccellenza per il nostro Paese al quale bisogna restituire la linfa dei tempi migliori. Mi rendo conto della protesta degli studenti su numerose questioni di ordine accademico. Tutto si può affrontare se c’è la giusta coesione e la comunità di intenti da parte di ognuno di noi.
Sarò sempre sensibile alle richieste degli studenti e dei ricercatori per fare in modo che anche il loro inserimento nel mondo del lavoro sia sempre più frequente e pieno di soddisfazioni. Dobbiamo fare in modo che la persona riesca a compiere i propri percorsi lavorativi nel nostro Paese senza dover emigrare per cercare di compiere fortuna. L’Italia è piena di potenzialità che si devono sfruttare in maniera adeguata ed efficiente
.”

Marco Cristofaro

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy