• Google+
  • Commenta
14 dicembre 2011

erno, Azione Universitaria (PDL) “all’università tornano i baroni”

“Le dichiarazioni del Ministro dell’Università Francesco Profumo lasciano intendere che lo straordinario percorso di rinnovamento intrapreso dal Governo di centro – destra sarà fermato e sostituito da una strategia orchestrata da Profumo per favorire i suoi amici Rettori. I nostri timori stanno purtroppo trovando un riscontro concreto” lo dichiara Andrea Volpi Coordinatore Nazionale di Azione Universitaria a seguito delle dichiarazioni del neo Ministro dell’Istruzione che ha annunciato un nuovo programma per l’Università.””Ricordiamo al nuovo inquilino di viale Trastevere – continua la nota – che l’Università è per gli studenti e non per i Professori e che per avviare qualsiasi discorso di modifica di ciò che è stato finora portato avanti ci si deve confrontare con tutti i soggetti che la compongono. Quella che poi è stata nominata “ Riforma Gelmini”, non è una riforma dei percorsi di studio, bensì una rivoluzione del sistema di organizzazione e di finanziamento, Profumo o non l’ha capito, oppure, cosa molto più probabile cercherà insieme alla CRUI di riportare il MIUR indietro di qualche anno per ripristinare antichi privilegi”.

“Avevamo apprezzato le parole del Ministro che si era mostrato disponibile a proseguire il percorso intrapreso dalla Gelmini, pur non avendo mai abbandonato i pregiudizi che ci portavano a dubitare sull’attenzione che un esponente della classe baronale poteva realmente rivolgere al bene degli studenti. Oggi ci troviamo, nostro malgrado, a dover dire che avevamo ragione e ci avevamo visto lungo”.

“Non sarà questo però a fermare le nostre battaglie e la nostra voglia di cambiamento – prosegue il dirigente. Vogliamo l’introduzione del pareggio di bilancio in tutti gli atenei pubblici, vogliamo il conseguimento del decreto Gelmini e più fondi per l’Università e la ricerca. Dove sono tutti quei professori che in nome della cultura sono scesi in piazza a manifestare? Dove sono ora tutti quei ricercatori che invadevano le strade perché vedevano minacciato il proprio futuro? Profumo – conclude Volpi – ha tranquillizzato i Rettori garantendo maggiori entrate economiche accennando a un aumento delle tasse degli studenti, su questo saremo intransigenti. L’Università non ha bisogno di un oliatura o di una messa a punto, ha bisogno di continuare un processo di rivoluzione che mira all’affermazione del merito, della qualità e dell’efficienza”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy