• Google+
  • Commenta
7 febbraio 2012

Fornero a Torino: Borse per studenti meritevoli e Articolo 18

Gli studenti meritevoli devono avere le borse di studio” a dirlo il Ministro del Lavoro Elsa Fornero questa mattina al Conservatorio di Torino durante la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2011/2012 dell’Università torinese.

Durante l’evento non sono mancate le proteste, scaturite negli ultimi giorni dall’Edisu sulle mancate borse di studio.

Prima che il Ministro della Salute Balduzzi prendesse la parola sono stati lanciati degli slogan dagli universitari, come “Il numero chiuso indebolisce la diffusione del sapere” , “Un metro di Tav costa come 46 borse di studio“, frasi pronunciate a buon diritto da studenti che rivendicano ciò che gli spetta.

Un anno accademico iniziato ormai da 5 mesi con tasse che aumentano e servizi ridotti, con i fondi destinati al diritto allo studio dimezzati dell’ 80 %.

Dopo Balduzzi ha preso la parola il Ministro Fornero, chiarendo sull’Articolo 18 e del famigerato posto fisso : “il governo sta cercando di livellare le tutele su tutti i lavoratori, spalmandole in modo che non ci siano più fasce troppo garantite ed altre troppo poco”.

Successivamente, in una stanza, il Ministro ha incontrato una delegazione di studenti insieme ad alcuni rappresentati precari della Regione Piemonte, dell’Università di Torino e del Conservatorio : «Gli studenti meritevoli devono avere le borse di studio»

Presente alla cerimonia anche il Sindaco di Torino Piero Fassino, il quale ha commentato: «Bisogna ascoltare e cercare soluzioni al problema che gli studenti pongono. La questione delle borse di studio è importante per gli studenti, per l’università che rischia di perdere risorse importanti e per Torino che è riuscita a diventare una grande città universitaria»

Torino, scontri e proteste all’inaugurazione dell’anno accademico

Fornero sull’”illusione del posto fisso”

Danilo Ruberto

Google+
© Riproduzione Riservata