• Google+
  • Commenta
29 marzo 2012

Furti da nord a sud nelle scuole italiane

Questo marzo 2012 è stato un mese di furti nelle scuole italiane.

Durante il primo fine settimana di questo mese, dal liceo scientifico Enriques di Livorno, sono stati rubati 1800 euro. Questi soldi erano stati raccolti dagli alunni per aiutare un loro compagno con problemi di salute. Lo sforzo e la speranza sono stati spenti da questo triste atto criminale in una sola notte.

L’11 marzo nella scuole media Annibal Caro a Montegranaro, nelle Marche, durate la notte ignoti si sono introdotti nell’edificio. I ladri hanno portato via computer, denaro ma anche tutte le chiavi conservate negli uffici. Questi delinquenti, secondo i carabinieri, non sono certo dei professionisti dato che oltre al furto si sono presi la briga di “fare un dispetto” alla scuola che ha dovuto cambiare tutte le serrature dell’edificio.

Il 14 marzo la scuola di infanzia Ferrante Aporti di Foggia è stata danneggiata da alcuni ladri-vandali. Questi infatti si sono appropriati di macchine fotografiche e di una videocamera lasciando una serie di danni materiali all’interno delle aule dove si trovavano armadietti e mobili adesso inutilizzabili.

Il 19 marzo a Correggio sono state addirittura due le scuole vittime dei malviventi: la scuola materna Ghidoni e la scuola materna Melograno. Il bottino è stato cospicuo poiché dalla prima sono stati rubati 2000 euro mentre dalla seconda una macchina fotografia e circa 30 euro.

Anche il Liceo psico-pedagogico di Nardò, in Puglia, nella notte del 24 marzo ha ricevuto delle visite. I ladri hanno forzato l’entrata posteriore dell’edificio e hanno agito indisturbati data la mancanza di un sistema d’allarme. I malviventi hanno trafugato i computer dell’aula di informatica e un microscopio dall’aula di chimica.

In fine, pochi giorni fa, il 26 marzo  nella scuola media Manzoni-Lucarelli  di Bari, forzando la finestra di un’aula, ignoti si sono introdotti nell’edificio. Questa volta i ladruncoli sono stati meno fortunati poiché sono riusciti a portare via solamente un proiettore.

 

Google+
© Riproduzione Riservata