• Google+
  • Commenta
20 marzo 2012

I nodi della Repubblica Sociale Italiana: Conferenza a Palazzo Bo

Il 23 settembre 1943 si tiene la prima riunione del governo della Repubblica Sociale Italiana: Mussolini assume le cariche di Capo della Repubblica, del Governo e del Ministero degli Esteri. Geograficamente i confini della RSI cambiarono, dal 1943 al 1945, in base all’avanzata degli alleati con una definitiva restrizione alle regioni del Nord Italia e una dislocazione dei ministeri da Bergamo a Venezia.

Nata con una costituzione mai approvata, la Repubblica di Salò fu in realtà uno stato fantoccio della Germania. Il suo riconoscimento internazionale infatti non andò oltre le potenze che si riconoscevano nell’Asse. Cessò di esistere formalmente il 25 aprile 1945 quando Mussolini, a Milano, liberò tutti gli esponenti del governo dal giuramento di fedeltà alla RSI tentando la fuga verso la Svizzera dopo il rifiuto di resa senza condizioni presentato dal CLNAI attraverso il Cardinale Schuster.

Mercoledì 21 marzo alle ore 15.30 in Aula Nievo di Palazzo Bo, via VIII febbraio 2 a Padova, Monica Fioravanzo dell’Università di Padova terrà una lezione dal titolo “La Repubblica sociale italiana”. L’incontro fa parte del ciclo “Nodi della storia d’Italia: 1938-1994” organizzato dall’Istituto veneto per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea. Entrata libera fino a esaurimento posti

 

Per informazioni: Istituto veneto per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea
Tel: 0498273331
E-mail: ivsr@unipd.it

Google+
© Riproduzione Riservata