• Google+
  • Commenta
30 marzo 2012

Profumo: “Dante rimarrà oggetto di studio nei programmi scolastici”

È quanto ha affermato il ministro dell’Istruzione e della Ricerca, Francesco Profumo, rispondendo durante il question time, ad un’interrogazione, rivoltagli dalla parlamentare del Pdl Paola Frassinetti.

Il botta e risposta è nato in seguito alle lamentele mosse dalla “Gherush92”: un’associazione non governativa, formata da ricercatori e professionisti che collabora con il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite, la quale aveva affermato che la Divina Commedia dovesse essere eliminata dai programmi scolastici in quanto portatrice di messaggi razzisti, omofobici, islamofobici e antisemitici.

Il ministro, rispondendo a queste accuse, ha precisato: “Il contesto didattico è il luogo ideale all’interno del quale divulgare il messaggio culturale espresso dal Sommo poeta, inoltre lo studio si concentra su aspetti artistici e culturali dell’opera e tiene conto del contesto storico all’interno del quale essa nacque”. Pertanto Profumo, concludendo il suo intervento, ha espresso parere prettamente negativo in merito alla eliminazione della Divina Commedia dai programmi ministeriali.

 

Google+
© Riproduzione Riservata