• Google+
  • Commenta
18 aprile 2012

In Messico le nuove star sono gli “insetti gioiello”

Gli insetti (con tutto il rispetto per la categoria) sono esseri fastidiosi e spesso fonte di ripugnanza e disgusto per chi purtroppo li incrocia negli angoletti bui della propria stanza o all’aria aperta. Molte persone soffrono addirittura di entomofobia o più comunemente di insettofobia che consiste in una vera e propria avversione agli insetti, che (nei casi più gravi) spesso causa stati d’ansia o attacchi di panico.

Una consistente fetta della popolazione mondiale dunque presenta una decisa repulsione nei confronti di questi esseri viventi e rimarrebbe sicuramente inorridita al cospetto di un’usanza alquanto meschina, che ha per oggetto proprio gli insetti di taglia grande tra i quali figurano (ad esempio) scarafaggi e coleotteri.

In Messico infatti, è da poco esplosa una nuova e stranissima moda che consiste nell’ “ingioiellare” un insetto per poi indossarlo. Sul dorso dei malcapitati, grazie ad una particolare colla, vengono applicate delle pietre cosicché il peso delle suddette applicazioni gli renda difficoltoso il movimento; tutto ciò allo scopo di immobilizzare l’insetto e utilizzarlo come accessorio per giacche o soprabiti.

Il gusto che molti trovano in una tale violenza non è ben chiaro e soprattutto sono ignote le logiche di tale gesto, considerando la sofferenza che è costretto a subire un povero animale. Come succede spesso nella moda però, certe cose si fanno perché creano tendenza e “lo fanno tutti” senza domandarsi se una cosa sia giusta o sbagliata e se effettivamente faccia tendenza o meno.

Alle critiche di coloro che hanno rispetto per gli esseri viventi e non trovano piacevole questa moda, i produttori di tali “insetti gioiello” rispondono che l’usanza di adornare il dorso degli insetti con dei monili risale alla civiltà Maya.

Nessun dubbio sull’arcaicità della pratica, ciò su cui è bene porre l’accento però, è il fatto che ne son passati di anni dalla defunta civiltà, motivo per cui non guasterebbe qualche sensato passo avanti. Gli uomini primitivi mangiavano con le mani, oggi abbiamo le posate, perché non migliorarsi?

Google+
© Riproduzione Riservata