• Google+
  • Commenta
22 aprile 2012

Torino, lancio di uova contro Fornero e Profumo

In questo Paese c’è poco spirito costruttivo, ma anziché lamentarsi e protestare bisogna lavorare insieme. Forse ne avremmo tutti qualche beneficio, la riforma delle pensioni, giudicata “troppo severa, ma si dimentica che è quella che ha più allontanato lo spettro della crisi finanziaria. Mi auguro che il Parlamento la approvi in fretta“. E’ cosi che commenta da Torino il Ministro del Lavoro Fornero in occasione della Conferenza regionale episcopale sulla scuola.

I due ministri, Fornero e Profumo, erano al teatro nuovo di Torino per questa conferenza, quando all’uscita del teatro, studenti, Cobas e Ubs hanno iniziato a scagliare delle uova per le riforme riguardanti il lavoro. La protesta, iniziata in sordina e poi degenerata, ha visto il soccorso delle forze dell’ordine a scortare i due ministri per le vie limitrofe del teatro.

L’intervento della Fornero alla conferenza riguarda le pensione e l’istruzione dei giovani studenti.  Richiedendo che se ci sono proteste, siano costruttive e non violente come quelle degli ultimi giorni che hanno tenuto banco sul mondo politico. Ovviamente non poteva mancare l’approvazione del ministro dell’istruzione che si dice d’accordo con le parole della collega “tecnica“.

Infine la Fornero chiude cosi sulla situazione generale del paese: “Credo fortemente che questo Paese o si salva tutto o non si salva. Dico questo perché ho fatto una visita a Reggio Calabria e ne ho ricavato uno choc, forse anche ingenuo. Ci vuole una nuova convergenza tra nord e sud che forse negli ultimi anni abbiamo perso. Qualcosa deve cambiare. Penso che questa storia che è andata avanti per 150 anni è ora che finisca.

Google+
© Riproduzione Riservata