• Google+
  • Commenta
19 aprile 2012

Veneto, al via il Festival Regionale delle scuole di Ristorazione

manifestazione regionale gastronomica

logo della manifestazione

Apre domani 20 aprile la terza edizione della manifestazione, che si concluderà sabato 21 aprile. Due giorni per riscoprire sapori nuovi e tradizionali del Veneto e non solo.

Sarà la bellissima cornice di Villa Contarini di Piazzola sul Brenta, in provincia di Padova, ad ospitare uno dei festival gastronomici più importanti d’Italia, dove gli studenti degli IPSSAR (Istituto Professionale di stato per i servizi alberghieri e della  ristorazione) e del CFP (Centro di Formazione Professionale) si sfideranno nella preparazione di menù a tema e presenteranno tante nuove proposte, elaborate durante la manifestazione in laboratorio o nei vari work shop all’interno dei porticati della Villa.

I vincitori dell’edizione 2012 saranno eletti da una Giuria Qualificata, dove spiccano Alcide Candiotto e Sergio Dussin, e una Giuria Popolare, formata dai visitatori. Il Festival inizia domani alle 9.oo con i saluti, seguiranno vari laboratori fino alle 12.30, quando prenderanno il via i quattro turni per la presentazione dei piatti, che continueranno fino alle 14.oo e proseguiranno la sera dalle 19.00 alle 20.30. Anche la mattina del sabato presenterà la stessa organizzazione, con all’interno un importante convegno sulla crisi e i giovani “La crisi la vincono i giovani con il loro ( e il nostro) lavoro“. Alle 15.30 la premiazione. Tutte le altre informazioni si possono trovare nel sito ufficiale del Festival.

La terza manifestazione è stata promossa, come ogni anno, attraverso la collaborazione della Regione Veneto, della Fondazione Giacomo Rumor – Centro di Produttività Veneto (CPV). Proprio oggi il presidente del Consiglio regionale del Veneto, Clodovaldo Ruffato e l’assessore alla formazione e lavoro Elena Donazzan hanno presentato a palazzo Ferro-Finiil di Venezia il progetto di quest’anno. L’assessore ha affermato:  “Il 77% degli studenti che esce dai corsi degli istituti alberghieri trova una buona collocazione professionale, il 67% si inserisce subito nel settore turistico-alberghiero e un altro dieci per cento rimane all’interno dei percorsi formativi per perfezionare ulteriormente la propria formazione. Il festival e’ un’occasione per metterli alla prova e premiare i migliori, dimostrando la qualita’ e le opportunita’ di questo percorso formativo”.

 

Google+
© Riproduzione Riservata