• Google+
  • Commenta
7 maggio 2012

E la mia casa è Piazza Grande. Una via bolognese per Lucio Dalla.

E la mia casa è Piazza Grande
E la mia casa è Piazza Grande

E la mia casa è Piazza Grande

Sin dal giorno della scomparsa di Lucio Dalla, l’1 marzo scorso, la comunità di Bologna ha avanzato proposte per iniziative che ricordassero l’artista come “E la mia casa è Piazza Grande”.

Per mantenere viva la memoria di questo piccolo grande uomo, amici e fan vorrebbero concerti, statue e targhe in suo onore, qualcuno persino l’intitolazione di una via. Quest’ultima proposta è stata quella più gettonata: è stata fatta una petizione, che ha raccolto migliaia di firme, per intitolare Piazza dei Celestini al cantautore bolognese. Un altro possibile spazio pubblico proposto è anche un tratto della centralissima Via IV Novembre.

L’assessore alla Cultura di Bologna, Alberto Ronchi, per quanto convinto che la Prefettura chiuderà un occhio sulla norma vigente per l’intitolazione di spazi pubblici a persone scomparse, la quale prevede il trascorrere di dieci anni dalla morte, ha comunicato pochi giorni fa in commissione comunale che i due spazi proposti non possono essere presi in considerazione per l’iniziativa. Il rifiuto sarebbe dovuto non solo a ragioni storiche ma anche al fatto che il cambio nella toponomastica creerebbe disagi ai residenti della zona interessata, i quali andrebbero incontro ad un cambio dei dati sui propri documenti e ad altri piccoli ma noiosi problemi. Nonostante ciò resta il fatto che il nome di Dalla merita comunque un luogo del centro consono al suo ricordo.

Piazza dei Celestini riceverà comunque il suo personale tributo al cantante: è in programma l’affissione di una targa in memoria di Lucio che verrà depositata probabilmente in una giornata in cui la città lo ricorderà con un grande evento in suo onore. A questo proposito Ronchi, sempre durante la commissione comunale, ha riproposto la sua intenzione, o meglio il suo desiderio, già espresso a pochi giorni dalla morte di Lucio, il Ronchi fan ha in mente un grande concerto-tributo, totalmente gratuito, in Piazza Maggiore, e dove sennò?! L’evento dovrebbe tenersi subito dopo l’estate e vedrebbe la partecipazione di grandi nomi della musica quali gli Stadio, Francesco De Gregori e Fiorella Mannoia. In un’occasione come questa potrebbe essere depositata la targa-ricordo. L’assessore è naturalmente consapevole dell’enormità e del costo di un’impresa tale ma chissà che non riesca nel suo intento.

Nel frattempo altre persone continuano ad avanzare proposte in memoria del grande Dalla. Il consigliere comunale Rossella Lama, per esempio, vorrebbe fare un’aggiunta all’indicazione toponomastica di Piazza Maggiore: vorrebbe farvi aggiungere sotto “La Piazza Grande di Lucio Dalla”, oppure dice ancora che sarebbe meraviglioso intitolargli un liceo musicale, quando la città ne avrà uno. Tutto ciò, proposte, idee, iniziative, rappresenta una dimostrazione di affetto da parte di una meravigliosa città ad un meraviglioso artista.

Google+
© Riproduzione Riservata