• Google+
  • Commenta
27 Maggio 2012

Iniziata la commercializzazione dello spazio: Dragon e ISS

La capsula lanciata il 22 maggio da Space X ha completato con successo l’aggancio alla Stazione Spaziale Internazionale. Per la prima volta nella storia, la ISS viene raggiunta da una missione commerciale.

Alle 15 e 56 italiane del 25 maggio scorso, la capsula Dragon è stata agganciata dal braccio robotico della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) dando così il via alla “liberalizzazione dell’orbita bassa“.

Se si escludono i satelliti artificiali, l’aggancio di moduli alla Stazione Spaziale Internazionale era monopolio delle grandi agenzie come la NASA, la russa Roscosmos ed ESA.
L’orbita bassa o Low Earth Orbit (LEO) dove adesso ha sede la ISS si apre così ai privati anche se, a voler essere pignoli, la missione Space X Dragon è frutto di una collaborazione con la stessa NASA e fa parte del programma Commercial Orbital Transportation Services, voluto dalla famosa agenzia americana.

Si tratta di un successo clamoroso per una società giovanissima come la SpaceX (Space Exploration Technologies Corporation), fondata da Elon Musk, che a pochi anni dalla sua nascita si ritrova già tra i grandi del settore spaziale.

Il prossimo passo per SpaceX sarà il lancio di un modulo abitato, un obiettivo che potrebbe essere raggiunto tra il 2013 e il 2014. Fra pochi anni il turismo spaziale potrebbe non essere più un privilegio per multimiliardari ma divenire una realtà alla portata di molti.

Google+
© Riproduzione Riservata