• Google+
  • Commenta
16 Maggio 2012

Marilyn celebrata a Cannes

Dopo aver accantonato il tradizionale 8 maggio per l’inizio del Festival del Cinema di Cannes, per non farlo coincidere con l’ elezioni presidenziali, la 65° edizione della lussuosissima kermesse si terrà da oggi 16 maggio fino al 27 maggio 2012, sotto il segno del nuovo presidente François Hollande. 

Il budget stimato è di circa 20 milioni di euro per celebrare il grandeur del cinema mondiale (cifra spropositata in questi tempi di crisi non solo europea ma mondiale), ma la cifra maggiora notevolmente, se consideriamo i lussi eccessivi dei personaggi del jet set mondiale che parteciperanno.

La locandina che accompagnerà tutta l’edizione, ritrae l’attrice per antonomasia della vecchia HollywoodMarilyn Monroe,  immortalata  in un’intima immagine, probabilmente del suo compleanno (foto di Otto L. Bettmann).  Quest’anno la ricorrenza del 50° anniversario della scomparsa della diva, morta il 5 agosto del ’62, gli ideatori hanno deciso di assemblare la celebrazione all’evento e nel comunicato ufficiale del Festival di Cannes diretto da Thierry Fremaux si legge: “Cinquant’anni dopo la sua morte, Marilyn rimane una delle figure più importanti del cinema mondiale, riferimento eterno di grazia, mistero e seduzioneOgni sua apparizione risveglia l’immaginazione. Il manifesto cattura Marilyn di sorpresa, in un momento intimo dove il mito incontra la realtà. Un omaggio all’anniversario della sua morte, che coincide con l’anniversario del Festival. Il Festival è un tempio del glamour e Marilyn è la sua perfetta incarnazione”.

Gli omaggi non terminano così; Chopard, sponsor dei gioielli per l’evento, dedica a Marilyn un omaggio che non passerà affatto inosservato: una collana di diamanti dal valore inestimabile, ossequio a Marilyn per quanto riguarda la sua canzone “Diamonds are a girl’s best friends“, cantata nel celebre film Gli uomini preferiscono le Bionde; ancora non si conosce il nome della fortunata che la indosserà, ma ci sono due pretendenti d’eccezione: la prima è Bérénice Bejo, candidata al festival come attrice non protagonista del film bianco e nero The artist di  Michel Hazanavicius e madrina dell’apertura del festival, e Michelle Williams che nel film My week with Marilyn interpreta proprio la sex simbol degli anni 50; il secondo dono per ricordarla è una mostra fotografica che comprende 25 scatti del tutto inediti del fotografo Milton Greene che dopo la kermesse sarà in tour mondiale.

La diva senza tempo, scomparsa in condizioni ancora sconosciute, ha fatto innamorare gli uomini di tutte le nostre generazioni, dalla bellezza indescrivibile, fascino immenso e fragilità d’animo a tratti nascosta da quella finta stupidità, che in realtà era una notevole intelligenza, e la capacità di sedurre facendo scappare sempre un sorriso; capace di affascinare tutte le donne perché semplice e complicata allo stesso tempo, con quel bisogno di essere protetta ed amata, così da farci sentire nel nostro piccolo anche noi come lei. Quest’edizione di Cannes sarà un po la personificazione di lei, affascinate e sofisticata come solo un evento così prezioso può essere, ma con quel tocco di malinconia, legata alla situazione globale che si riversa sullo stato d’animo di tutti noi, anche dei ricchi e famosi.

Google+
© Riproduzione Riservata