• Google+
  • Commenta
6 Maggio 2012

Maturità 2012, studenti in ansia nella ricerca del tototema

Come fare la tesina di terza media
Maturità 2012

Maturità 2012

Anche per quest’anno si sta avvicinando la data in cui migliaia di studenti  affronteranno il tanto temuto Esame Maturità 2012.

Un passo importante per tutti i liceali,che richiede uno studio assiduo e attivo,ma anche un’ottima preparazione per ogni specifica materia,per superare al meglio l’esame conclusivo.

Si inizierà con la prova scritta di italiano secondo la data indicata dal Ministro Profumo, 20 Giugno 2012,e come sempre per la prima prova scritta le tracce saranno uguali in tutte le scuole di Italia.

Ed ecco che tra i vari studenti ansiosi,inizia la ricerca del Totoesame Maturità, chiedendosi con tormento quali potrebbero essere le tracce che usciranno per la prova di italiano. Le previsioni sono tante,sul web gli studenti effettuano ricerche su ricerche per saperne di più.

Tanti sono gli avvenimenti accaduti nel 2011 che potrebbero essere oggetto della prima prova, come la morte di Steve Jobs ,il fondatore della Apple che ha rivoluzionato il mondo dell’informatica,la morte di Amy Winehouse e Marco Simoncelli, per un tema sulla brevità della vita o il terremoto verificatosi in Giappone con il successivo disastro nucleare. Per quanto riguarda l’analisi del testo i poeti più gettonati sono Pascoli, D’Annunzio e Pirandello. Insomma le aspettative sono molte e gli studenti sono in fibrillazione.

Così, tra libri, quaderni e appunti,gli studenti si preparano per passare brillantemente sia la parte della prova scritta, sia la parte dell’orale con un voto finale che sia soddisfacente per ognuno di loro,o quasi. Infatti c’è chi ambisce ad ottenere un voto complessivo che sia medio-alto e chi esclama la solita affermazione  ”60 e sto!”.

Insomma, l’Esame di Maturità è alle porte, gli studenti devono superare le paure, le ansie, le crisi,sostituendole con determinazione e forza di volontà. Questo è solo il primo traguardo,successivamente gli ex-liceali saranno immersi nel mondo dell’università o del lavoro ricordando loro il titolo emblematico di una commedia del drammaturgo Eduardo De Filippogli esami non finiscono mai!”.

Google+
© Riproduzione Riservata