• Google+
  • Commenta
24 maggio 2012

Modena: lezione “La Protezione Civile Italiana” di Elvezio Galanti

Dati i terribili eventi verificatesi in Emilia negli ultimi giorni, l’Università di Modena e Reggio Emilia proporrà venerdì 25 maggio un interessante incontro, utile a tutti.
Si terrà infatti domani alle ore 15.00 presso il Dipartimento di scienze della Terra dell’ateneo emiliano (Largo S. Eufemia 19) la lezione intitolata “La Protezione Civile Italiana” tenuta, occasionalmente, dal dottor Elvezio Galanti, celebre Direttore Generale dell’Ufficio Servizio Sismico Nazionale del Dipartimento della Protezione Civile nonché personalità d’eccezione e di ampia esperienza. L’esperto è stato invitato in particolare dal Master “Cooperazione internazionale: progettazione e gestione degli interventi, disabilità, emergenze” e il motivo si intuisce facilmente.
Ideatore del cosiddetto metodo “Augustus” (metodo basato sulla semplicità e flessibilità e inquadrato dalla legge 225/92), Elvezio Galanti ha coordinato l’intervento italiano a partire dal 1976 con il disastro in Friuli, fino allo Tsunami nel sud-est asiatico del 2004. Aiutante del Commissario speciale Zamberletti durante il terremoto in Irpinia, matura alcune intuizioni che saranno alla base del Sistema Italiano della Protezione Civile, del quale, possiamo dire, è padre fondatore. Particolarmente favorevole a questo tipo di incontri, Galanti cerca di diffondere la cultura della Protezione Civile. Dal 2002 è direttore generale dell’Ufficio Servizio Sismico Nazionale del Dipartimento della Protezione Civile, dove attualmente ricopre l’incarico di Direttore dell’Ufficio Relazioni Istituzionali.
La lectio che si terrà a Modena domani sarà rivolta a tutti: studenti, docenti, tecnici, referenti e volontari delle associazioni modenesi, amministratori locali.

Si tratta di un evento sicuramente importante, ma mi viene da chiedere: Siamo cittadini di un’Italia che si ricorda di stare unita solo quando si muore?

Google+
© Riproduzione Riservata