• Google+
  • Commenta
14 Maggio 2012

Oltre cinquanta scuole in concorso per “Il bene che vorrei”

Oltre cinquanta scuole, soprattutto del centro e sud Italia, ma anche di Emilia Romagna e Lombardia, per quasi un centinaio di elaborati: questi i numeri della III edizione del concorso “Il bene che vorrei…” riservato agli studenti delle ultime classi delle scuole secondarie superiori, bandito dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo e dalla Facoltà di Beni Culturali, con il patrocinio di Ente Universitario del Fermano (Euf)Regione MarcheProvincia di Fermo e Comune di Fermo. Gli studenti erano invitati a comunicare, con ampia libertà di forme espressive, il valore di un bene culturale a loro vicino, sia geograficamente che affettivamente. Ad applaudire i vincitori – premiati questa mattina nell’Aula Magna della Facoltà – c’erano anche il pro rettore dell’Università di Macerata Marisa Rosa Borraccini, il presidente della Fondazione Cassa di risparmio di FermoAmedeo Grilli insieme al segretario generale Ermanno Traini, il Direttore del Dipartimento di Beni culturali Massimo Montella, il presidente del Consiglio delle Classi Unificate Federico Valacchi, gli assessori alla cultura della Provincia e del Comune Giuseppe Buondonno e Francesco Trasatti, il presidente Camera di commercio Graziano Di Battista.

Gli studenti partecipanti dovevano individuare un bene, inteso nella sua più larga accezione  – ogni edificio e manufatto testimone di civiltà o cultura, il paesaggio urbano e rurale, un museo, ecc. – vicino non solo geograficamente, ma anche affettivamente alla loro vita di tutti i giorni, e comunicarne il valore, adottando una o più forme espressive: scritta (racconto, poesia, saggio, ipertesto); grafica (arte figurativa, fumetto, disegno tecnico, rilievo topografico); visiva (foto, video, animazione, plastico); multimediale (filmato, documentario, pagina web).

Per presentare il bene prescelto, gli studenti hanno adottato forme di comunicazione efficaci e articolate. Gli organizzatori del concorso valutano pertanto con soddisfazione di aver conseguito l’obiettivo prefissato di sensibilizzare i giovani sul tema della valorizzazione dei beni culturali.

Ad ognuno dei tre elaborati vincitori per la sezione “singoli studenti e gruppi fino a tre studenti sarà assegnato un premio di 500 euro. Ai tre elaborati vincitori della sezione “gruppi-classe, coordinati da docenti”, invece, un premio da mille euro.

I vincitori di questa edizione sono: Giorgio Giarracca del Liceo Classico “P. Giannone” di Caserta con “Il real sito di Carditello”; Vladislav Ganren e Yndi Erika O’Connell del Liceo Artistico Orvieto con “Sotto gli occhi di tutti”; Chiara Grieco del Liceo Classico Convitto “G. Bruno” di Maddaloni con “Maddaloni dai Borboni a Garibaldi”. Per la categoria “gruppi-classe, coordinati da docenti” hanno vinto, invece, le classi IV e V B del Liceo Artistico di Orvieto e la classe V B dell’Istituto Professionale “L. da Vinci” di Gallipoli.

Google+
© Riproduzione Riservata