• Google+
  • Commenta
5 Maggio 2012

Quando la scuola diventa terapia: un aiuto ai bambini stressati

Nasce la prima scuola materna per bambini stressati. Il primato è della Germania, precisamente di Stoccarda.

Stress, stress, stress. Quante volte sentiamo pronunciare questa parola ai tempi d’oggi? Tantissime, se si pensa alla vita frenetica e in continua lotta per la sopravvivenza con cui molto spesso ci ritroviamo a dover fare i conti. Una sola conclusione: siamo preda dello stress, chi a livelli più alti, chi a livelli più bassi. Fortunato, ma forse meglio sarebbe dire eccezionale, chi riesce a tenersene alla larga.

Ebbene, sembrerebbe che la più popolare sindrome da modernità non finisca mai di mietere le sue vittime: tocca anche ai bambini fare i conti con lo stress. Problema reale o paranoia infondata? Non si hanno certezze al riguardo, ma, per ogni evenienza, la città tedesca di Stoccarda ha voluto creare una scuola materna apposita per bambini stressati.

Prima nel suo genere, la scuola è stata ideata da alcuni esperti in collaborazione con la Kneipp  Association, la più grande organizzazione non commerciale tedesca che si occupa di salute e propone al suo interno un programma mirato all’eliminazione dello stress.

A frequentarla sono infatti bambini, tutti con non più di cinque anni, che hanno affrontato o si trovano ad affrontare situazioni particolarmente stressanti all’interno delle loro famiglie: genitori disoccupati, crisi familiari, problemi economici, ma anche semplicemente giornate troppo frenetiche, stracolme di impegni.

Obbiettivo della scuola materna è quello di proporre a questi bambini tempi e ritmi decisamente più rilassati. Il programma ideato per loro prevede infatti tutta una serie di attività miranti proprio a questo, come pediluvi, massaggi, camminate sull’erba bagnata, momenti di relax e persino degli esercizi anti-stress, che a quanto pare mostrano già dei risultati positivi: in poche settimane i bambini hanno infatti migliorato del 60% la resistenza a malattie comuni, come il raffreddore.

Un’iniziativa che sembra riscuotere successo sia tra i genitori che tra i bambini tedeschi. Chissà se anche gli italiani la penserebbero allo stesso modo.

Google+
© Riproduzione Riservata