• Google+
  • Commenta
31 Maggio 2012

Torino: crolla il controsoffitto dell’istituto “Colombatto”

Ritorna la paura all’Istituto alberghiero “Colombatto” di via Negri, a Torino, in seguito al crollo del controsoffitto di un’aula al primo piano, a causa delle numerose piogge dei giorni passati che hanno provocato infiltrazioni all’interno della struttura. Il fatto è accaduto per fortuna poche ore prima l’inizio delle lezioni perciò non c’è stato alcun ferito a differenza di quanto avvenne, purtroppo, tre anni fà, nel novembre 2008 presso l’istituto Darwin, a seguito di un altro crollo perse la vita il diciassettenne Vito Scafidi.

Sul posto, a ripulire i calcinacci e a porre in sicurezza l’area interessata, sono intervenuti i vigili del fuoco di Torino nonché la polizia, chiamata a sedare la rivolta degli studenti, insorti contro il dirigente scolastico. ‹‹ La nostra scuola è un colabrodo, parte delle strutture sono inagibili, le tubature si sono intasate, così l’acqua si è infiltrata nei corridoi e nelle aule. Anche la palestra è impraticabile, è diventata un’enorme piscina; nei pressi della macchinetta del caffè è venuto giù un pezzo di soffitto. Fosse caduto dopo le otto avrebbe investito molti studenti ››. Questo è quanto è emerso dalle lamentele dei giovani studenti.

A fare il sopralluogo per accertarsi dell’accaduto anche Alberto Cirio, assessore all’istruzione della regione Piemonte il quale ha dichiarato: ‹‹ desidero constatare personalmente quanto avvenuto, per fortuna l’incidente non ha avuto conseguenze drammatiche ma ciò che è successo ci ricorda l’importanza e l’urgenza di garantire risorse per la messa in sicurezza delle nostre scuole. Per il prossimo biennio in Piemonte abbiamo già previsto 30 milioni di euro sull’edilizia scolastica, ma è assurdo che lo stato debba ancora risolvere e sbloccare la situazione degli oltre 100 milioni di euro distribuiti quasi un anno fa alle regioni, quando nuovi eventi, come quello di oggi a Torino, ce ne ricordiamo l’estrema urgenza ››.

Google+
© Riproduzione Riservata