• Google+
  • Commenta
12 giugno 2012

Garcia: un giovane studente e la sua dimostrazione di fede

Parliamo di un giovane diciannovenne, una fresca matricola diplomata alla Lake Worth High School, nel Texas, che ha deciso di portare il nome di  Cristo tra le strade degli Stati Uniti e di manifestare palesemente il suo credo !

Junior Garcia è al primo anno universitario, e sta studiando per diventare assistente medico. La sua passione per gli altri e il suo amore per la vita non è evidente solo dalla sua vocazione professionale. Egli crede in Dio e ritiene di sentire la sua voce, il suo richiamo verso il bene.  E’ un cristiano molto praticante , ma ciò che ha stupito l’America è stata un’idea insolita, nata durante un incontro tra giovani religiosi della Oasis Church di Saginaw.

Quel giorno ho deciso di caricarmi sulle spalle la mia croce ed ho udito il Signore dirmi dove andare e come arrivarci: queste le parole del texano. Ma non è una metafora. Nel vero senso dei termini sopracitati , Grarcia ha intrapreso da qualche giorno la sua missione , quella di portare sulle spalle una croce di legno ,alta 3 metri e 70, dal suo Stato a  Washington, la capitale.

Non ci riferiamo ad una processione comune alle altre, ma di un viaggio che durerà complessivamente 37 giorni ,per circa 2.000 km di cammino che Garcia percorrerà insieme ai genitori e ai membri della sua chiesa , sino alla Casa Bianca, concludendo il percorso spirituale con un lungo momento di preghiera da svolgere proprio di fronte all’ “umile dimora” di Obama!

Questo gesto che dimostra una fede cieca e spassionata, più unico che raro, è stato guidato da un unico grande obiettivo:  dimostrare che Gesù Cristo vuole una relazione personale con ciascuno dei suoi fedeli, vuole parlargli, dirigerli verso il compimento delle sue parole. Ma è difficile. Difficile riuscire ad udire la sua voce nel caos del nostro mondo.

Google+
© Riproduzione Riservata