• Google+
  • Commenta
17 giugno 2012

Gli studenti italiani e l’Erasmus: una storia mai finita

Gli studenti italiani continuano ad essere ai primi posti in Europa, per quanto riguarda l’esperienza in Erasmus. La notizia arriva direttamente dal convegno tenutosi  al museo d’Arte Contemporanea MACRO di Roma.

Protagonisti dell’evento studenti e professori, che si sono ritrovati per festeggiare i 25 anni della nascita dell’Erasmus. Organizzata dall’Agenzia nazionale per il Lifelong Learning Programme, la rassegna ha voluto tracciare una sorta di resoconto su come è stata vissuta dai giovani questa meravigliosa esperienza.

La nostra nazione ha dimostrato una grandissima crescita in tal senso, mostrando una flessione solo negli anni 2004/2005-2005/2006. Da quel momento in poi vi è stato un vero e proprio boom di richieste che ha portato l’Italia al quarto posto per partenze di studenti in paesi dell’Ue (19.118).

Per quanto riguarda, invece, le richieste verso l’Italia, la meta più ambita è sicuramente quella dell’università di Bologna. Il perchè del risultato è facilmente spiegabile.

Il buon risultato ottenuto da Bologna è la conferma innanzitutto da un’offerta accademica di qualità, graditissima agli studenti, in quanto comprensiva di laboratori, seminari, ecc.

Ancora:  l’ organizzazione di qualità della mobilità che è stata riconosciuta dalla Commissione Europea con l’ECTS label.

Altro aspetto importante è la grandissima attenzione mostrata dai docenti nei confronti degli studenti, in modo tale da evitare possibili problemi in seduta d’esame.

Ma oltre a questo è sicuramente da sottolineare la notevole qualità dei servizi agli studenti in generale

 

Google+
© Riproduzione Riservata