• Google+
  • Commenta
19 giugno 2012

Si va avanti, Italia-Irlanda: cronaca della partita e risultato

Tutto su Calciomercato
Italia-Irlanda si va avanti

Italia-Irlanda si va avanti

Si va avanti con la partita giocata tra l’Italia e l’Irlanda ha il sapore dell’inevitabilità. Vincere è indispensabile, inevitabile appunto, ed è anche l’unico pensiero.

È un pensiero pesante e che si vede negli occhi degli azzurri che si preparano alla battaglia.

A 3 minuti dall’inizio c’è già una punizione per l’Irlanda, che però si risolve in un nulla di fatto. Stessa cosa accade per l’Italia a 4 minuti dall’inizio e anche qui le cose non vanno.

Il gioco procede piatto con alcuni calci d’angolo per l’Italia che falliscono miseramente.

A 15 minuti un brutto fallo movimenta l’azione, con Pirlo che quasi si fa male ma che alla fine si rialza senza danno.

Al 27esimo minuto di gioco arriva il primo cartellino giallo per il giocatore italiano Balzaretti, mentre al 30esimo minuto una grandissima occasione viene fermata da una spalla destra irlandese.

È finalmente, al 34esimo minuto Cassano segna il primo goal della carica.

Intanto la partita procede,seppur con uno sprint diverso. Infatti tra il 35esimo e il 38esimo Andrews e O’shea ricevono due cartellini gialli, aiutando la già folle carica dei tifosi nostrani.

Ed è così che si conclude il primo tempo, con quel 1 a 0 che profuma di certezze e di nuove possibilità di avanzare.

Ma le cose, come sappiamo, non sono mai certe.

all’87esimo arriva la notizia che nessuno voleva sentire e che raggela il sangue all’istante a tutti quelli che la sentono: la Spagna passa in vantaggio sulla Crozia,

Forse forte di questa notizia che però non poteva sentire ma che magari ha percepito nell’aria, Andrews commette un fallo da cartellino rosso che lo porta a risolvere la pratica in un modo molto poco sportivo, come se con quei calci dati a caso a oggetti sparsi per il campo volesse maledire la squadra italiana.

Ma ci pensa Balotelli, al 90esimo, a risistemare la faccenda, con un gol in semi-rovesciata che non si capisce se deriva dalla fortuna sfacciata o da un talento che solo il cielo ti può dare.

Grazie alle imprese di Cassano e Balotelli l’Italia ha così la possibilità di continuare il suo percorso, e noi con lei.

Una piccola precisazione: gli occhi più attenti avranno sicuramente notato che oggi l’Irlanda è scesa in campo con il lutto al braccio e lo ha fatto per commemorare la strage che, 18 anni prima, aveva colpito il villaggio di Loughinisland , dove sei persone vennero uccise proprio durante uno scontro con la squadra italiana.

A volte, dietro una semplice partita di pallone, c’è molto di più.

Google+
© Riproduzione Riservata