• Google+
  • Commenta
28 giugno 2012

Nuovi fondi per il Madre: 8 milioni di euro per evitare la chiusura

La chiusura del Museo Madre di Napoli è stata scongiurata dallo stanziamento di fondi pari a 8  milioni di euro da parte della Regione Campania.

SALVATO FINANZIARIAMENTE. il Museo Madre di Napoli è stato salvato dalla chiusura definitiva grazie all’intervento della Regione Campania. sono stati infatti stanziati 2 milioni e 800 mila euro con fondi ordinari per l’anno 2012, e 5 milioni e 650 mila euro per i prossimi tre anni tramite fondi europei. il commento a caldo –raccolto dall’edizione partenopea del quotidiano laRepubblica- dell’Assessore regionale alla Cultura Caterina Miraglia ha reso chiaramente la direzione in cui si intende far rivivere il Madre:”lo abbiamo salvato finanziariamente e ne cambiamo il progetto politico”.

UN NUOVO PERCORSO PER IL MADRE. La Fondazione Donnaregina che gestisce la struttura museale è infatti da quest’anno presieduta dal neo direttore PierPaolo Forte: sarà quindi nelle sue mani la nuova linea editoriale del museo, certamente più sobria della precedente. un cambio di rotta necessario per scongiurare altri seri problemi creati dagli esorbitanti crediti accumulati negli anni precedenti dal Madre nei confronti della Scabec, la società che fornisce servizi al museo e con la quale occorrerà rinegoziare i termini del contratto.

PSICODRAMMA INFINITO. del resto il Madre con i suoi numerosi annunci e proclami su imminenti chiusure e licenziamenti in tronco di tutti i suoi dipendenti, ha riempito per mesi le pagine di cronaca e di cultura inerenti la Campania. Ultimamente ricordiamo, oltre alle numerose opere d’arte restituite agli artisti,  la parziale chiusura del Museo, di cui solo la collezione permanente resta accessibile al pubblico e con il costo del biglietto dimezzato, per non parlare della quindicina di sale chiuse al secondo piano della struttura.

IL DOPO CYCELIN. Andando via Eduardo Cycelin, con l’ex direttore purtroppo sono ritornate al mittente numerose opere d’arte, da Kounellis a Koons, creando paradossalmente un Museo capace di contenere soltanto sale vuote. e del nuovo direttore non c’è ancora traccia, a causa del continuo rinvio della gara per la ricerca del nuovo direttore dello spazio museale – gara annunciata per la fine di maggio e rinviata per mancanza di fondi. Ma ora la situazione pare essersi finalmente sbloccata: a settembre stando a quanto conferma l’Assessore Miraglia il bando sarà pronto e si valuteranno di conseguenza i candidati per ottenere il posto da direttore del Madre.

LA VERITA’ DI CYCELIN. tutte bugie secondo Cycelin, quelle riguardanti la mancanza di fondi del Madre. l’ex direttore artistico del museo d’arte contemporanea partenopeo ha ribattuto aspramente alle ultime notizie circolanti su la dibattuta questione dei finanziamenti regionali al Madre, raccontando la sua verità durante un programma radio di cui era ospite. perchè  secondo Cycelinle risorse tagliate al Madre, 12 milioni di euro, per il periodo dal 2010 al 2015  sono tutte confluite nelle sciocchezze che si fanno a Napoli” e  in quelle sciocchezze vanno incluse la Coppa America e il progetto di via Caracciolo per la prossima Coppa Davis.

 

Google+
© Riproduzione Riservata